Due donne cinesi accoltellate in casa: una è gravissima

Due donne di nazionalità cinese sono state accoltellate nella notte all’interno della loro abitazione a Benevento. Una è gravissima. Gli inquirenti indagano per comprendere cosa sia accaduto e chi sia stato l’autore del gesto.

donne cinesi accoltellate
Le due vittime sono state accoltellate nella notte – meteoweek.com

Paura nella notte a Benevento. Due donne, originarie della Cina, sono state accoltellate intorno alle 22.00 di ieri presso la loro abitazione situata nel centro storico del comune campano, in via Sant’Antonio Abate. Una delle due vittime, al termine della brutale aggressione, è riuscita a chiamare i soccorsi. Un’ambulanza è prontamente accorsa nel luogo ed ha trasportato in codice rosso nella struttura sanitaria più vicina le due donne. Una è fuori pericolo, mentre l’altra – quella colpita con il maggior numero di fendenti – è ancora in gravi condizioni. La prognosi di quest’ultima resta riservata. Entrambe al momento sono ricoverate presso l’ospedale Sanniti Pio.

Leggi anche -> Abusi sessuali su minori: arrestato don Gianfranco Roncone

Donne accoltellate a Benevento: le prime ipotesi

Presso l’abitazione di via Sant’Antonio Abate si sono recati anche i Carabinieri del nucleo investigativo del comando di Benevento al fine di effettuare i rilievi necessari a ricostruire la dinamica dei fatti. Al vaglio degli inquirenti la vita delle due donne di nazionalità cinese e quella dei loro contatti più vicini e, in generale, alla comunità orientale del luogo. Difficile pensare, infatti, che l’aggressore sia stato uno sconosciuto. Una prima ipotesi è che il suo obiettivo fosse proprio la donna attualmente in gravi condizioni e che la coinquilina sia stata colpita in modo più lieve nel tentativo di difenderla. Nessuna pista può tuttavia al momento essere esclusa.

Leggi anche -> Brasile, record di morti per Covid. Bolsonaro: “No a lockdown, fa ingrassare”

Le forze dell’ordine hanno anche ascoltato i residenti della zona circostante, i quali tuttavia hanno soltanto affermato di avere sentito delle urla provenienti dall’abitazione delle vittime. I militari hanno acquisito inoltre i filmati delle telecamere presenti nel centro storico. È possibile infatti che l’aggressore sia stato ripreso al momento dell’arrivo o della fuga. Si cerca, inoltre, l’arma utilizzata per l’accoltellamento. Le due donne ad ogni modo verranno al più presto ascoltate dagli inquirenti al fine di dare in prima persona testimonianza dell’aggressione.