Abusi sessuali su minori: arrestato don Gianfranco Roncone

Don Gianfranco Roncone, ex sacerdote di Presenzano, è agli arresti domiciliari con l’accusa di abusi sessuali su minori. Alla vigilia di Natale era stato sospeso dalla curia a seguito dell’apertura di un’inchiesta nei suoi confronti.

don gianfranco roncone
Don Gianfranco Roncone, parroco di Presenzano – meteoweek.com

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Napoli, Marcello De Chiara, ha disposto la custodia cautelare nei confronti di don Gianfranco Roncone. L’ex sacerdote di Presenzano, in provincia di Caserta, si trova adesso agli arresti domiciliari. Il cinquantacinquenne originario di Spanise è accusato di abusi sessuali su minori. Gli episodi al vaglio degli inquirenti sarebbero due. Uno avvenuto a dicembre 2019, l’altro a settembre 2020. Entrambi ai danni di un diciassettenne che frequentava la parrocchia. Il giovane ha prontamente denunciato le palpatine nelle zone intime alle forze dell’ordine quanto accaduto e da lì ha avuto inizio l’indagine dei Carabinieri della stazione di Capua, che nei giorni scorsi hanno eseguito il provvedimento cautelare. Dietro alla vicenda tuttavia gli inquirenti temevano si nascondessero ulteriori dettagli.

Leggi anche -> Sì ai vaccini nelle aziende. Firmato il protocollo: a chi è rivolto e i costi

Le accuse a don Gianfranco Roncone

Lo scorso 23 dicembre 2020 i militari del Casertano hanno fatto irruzione presso l’abitazione di don Gianfranco Roncone e hanno acquisito i dispositivi telematici personali al fine di rinvenire la presenza al loro interno di materiale pedopornografico o di altri indizi delle relazioni intrecciate con minori. L’ipotesi accusatoria della Procura inizialmente faceva riferimento appunto a possesso di materiale pedopornografico e induzione alla prostituzione minorile. Il team di legali del parroco, composto da Renato Iappelli e Dario Mancino, è riuscito tuttavia a fare cadere almeno per il momento queste ultime due accuse. Il gip Marcello De Chiara ha per cui derubricato la contestazione in violenza sessuale. Gli avvocati hanno già ad ogni modo annunciato che presenteranno appello al Tribunale del Riesame per chiedere la revoca degli arresti domiciliari. I due inoltre hanno assicurato che la vicenda verrà chiarita dinanzi alla magistratura. L’ex parroco dovrebbe essere ascoltato dagli inquirenti nelle prossime ore.

Leggi anche -> Ruby ter in attesa di sentenza ma Berlusconi è ricoverato di nuovo. Il processo rischia il quinto slittamento

La Curia, alla vigilia di Natale, ha intanto reso noto il provvedimento di allontanamento di don Gianfranco Roncone dalla comunità parrocchiale. A disporre il divieto dell’esercizio del pubblico ministero nei confronti del parroco originario di Spanise è stato il vescovo di Teano-Calvi, Giacomo Cirulli, dopo avere appreso dell’apertura di un’inchiesta per abusi sessuali.