In arrivo domani 360mila dosi di J&J e AstraZeneca, previste anche 400mila dosi di Moderna

Forniture vaccini anti Covid-19, entro domani sono in arrivo 360mila dosi di Johnson & Johnson e AstraZeneca. Entro il fine settimana previste anche 400mila dosi del farmaco di Moderna. 

vaccini dosi - forniture aprile - meteoweek.com
vaccini, le prossime forniture delle dosi di aprile – meteoweek.com

Sebbene con forti rallentamenti, continua la campagna vaccinale nel nostro paese. Secondo quanto si apprende, nella giornata di domani (martedì 13 aprile) sono previste in arrivo 360mila dosi, che verranno recapitate all’hub della Difesa a Pratica di Mare. Da qui inizieranno poi il viaggio che permetterà lo smistamento dei farmaci nelle varie Regioni. Di queste 360mila dosi, 184.800 riguardano il primo carico di Johnson & Johnson, farmaco monodose e che dunque non necessita di un secondo richiamo. Le altre 175.200, invece, sono di AstraZeneca, che verrà invece somministrato prevalentemente agli over 60. Oltre a questi carichi, invece, è previsto lo slot settimanale di vaccini Pfizer.

Aggiornamenti dalla campagna vaccinale

Lo scopo dell’esecutivo è quello di immunizzare il 70% della popolazione entro la fine di settembre. Un obiettivo importante, questo, ma che dipenderà in parte dalla tempestività delle forniture di vaccino. Eventuali ritardi, infatti, potrebbero far saltare i piani del commissario Figliuolo, che sono stati già rivisti nel corso delle scorse settimane proprio a causa delle consegne non rispettate. Proprio in previsione di ciò, viene al momento raccomandato alle Regioni di non superare le 300mila dosi somministrate al giorno. La cabina di regia sottolinea, inoltre, come sia previsto che entro maggio tutti gli over 60 abbiano ricevuto almeno la prima dose di vaccino.

LEGGI ANCHE: Palù: “Con Draghi cambio di passo su vaccini. AstraZeneca? Nessun divieto”

Per quanto riguarda il “calendario” degli arrivi, martedì sbarcherà in Italia per la prima volta il vaccino di Johnson & Johnson, che si basa sulla stessa tecnica sulla quale si sviluppa il tanto chiacchierato farmaco anglo-svedese. Si tratta di circa 184mila dosi, le prime delle 400-500mila attese tra il 16 e il 19 aprile. Insieme al farmaco di Johnson & Johnson, comunque, sono previste nella stessa giornata anche le 175mila dosi di AstraZeneca, mentre nella giornata di mercoledì Pfizer dovrebbe riuscire consegnare in tutta Italia oltre un milione di dosi.

LEGGI ANCHE: Il leader di “IoApro”: “A Roma saremo migliaia, abbiamo diritto di manifestare”

Sempre per l’inizio della settimana è prevista la consegna (stimata tra il 12 e il 14 aprile) delle circa 400 mila dosi di Moderna, che con le sue forniture dovrebbe permettere al nostro Pese di aumentare il ritmo della campagna vaccinale. Data però la tendenza ad accumulare ritardi nelle consegne da parte di alcune aziende – AstraZeneca in primis – il presidente del Consiglio Mario Draghi si è impegnato nella sollecitazione delle società interessate, che sono dunque invitate a garantire la regolarità delle consegne previste dai contratti.