Covid Turchia: oltre all’alcol, vietato vendere giochi e vestiti durante lockdown

Covid Turchia: oltre all’alcol, vietato vendere giochi e vestiti durante lockdown. Oltre ciò, vietata anche la vendita di altri “beni non essenziali”. 

Turchia divieti-Meteoweek.com

Il ministero degli Interni di Ankara ha annunciato nuovi divieti, dopo quello della vendita di alcolici durante il lockdown che ha scatenato una serie di polemiche. Oltre agli alcolici, non potranno essere venduti anche giocattoli, materiali da cancelleria ed elettronica, articoli da giardinaggio, vestiti, profumi e altri beni ritenuti ”non essenziali”.

Questo divieto vale per negozi e supermercati della Turchia da venerdì 7 maggio, quando entreranno in vigore nuove restrizioni per tentare di contenere il diffondersi del Covid.

istanbul-Meteoweek.com

La Turchia ha imposto il lockdown dal 7 al 17 maggio, compresi i 3 giorni della festa dell’Eid, mese sacro di Ramadan. Queste restrizioni non valgono per i turisti stranieri.

Leggi anche:—>Covid, in Danimarca restrizioni si allentano: dal 6 maggio riaprono le scuole

Ai cittadini turchi è richiesto invece di rimanere a casa e uscire solo per fare la spesa in determinate ore. In Turchia, in 24 ore si sono registrati 25mila nuovi contagi e 347 decessi.