Intervista shock: “Covid uccide anziani, i miei nonni se devono morire morissero” [VIDEO]

Dure le parole rilasciate da una giovanissima in orario da aperitivo: “Il Covid uccide solo gli anziani, e i miei nonni se devono morire muoiano pure”. L’intervista shock che sta facendo il giro del web.

covid nonni intervista shock - meteoweek.com
Covid, “che muoiano pure i miei nonni” (fotogramma tratto dal video) – meteoweek.com

Qualche giorno, Dritto e Rovescio (talk con Paolo Del Debbio in onda su Rete 4) ha mostrato un servizio girato a Roma, durante l’orario aperitivo. Ad essere intervistati sono stati alcuni ragazzi, e tra questi a fare scalpore è stata soprattutto una giovane. Ciniche e insensibili, infatti, le parole con le quali la ragazza si è rivolta al giornalista: parlando delle statistiche riferite alla connessione tra età e mortalità del Covid, la ragazza ha esordito: “Io tengo molto ai miei nonni, ma se devono morire morissero“.

Covid, “muoiono solo i nonni, e se devono morire morissero”

In un periodo in cui ormai l’età media dei contagiati, così come anche la mortalità da Covid-19 si sta abbassando, c’è chi non risparmia parole durissime su quella fetta di popolazione canonicamente ritenuta più fragile. Per i giovani, infatti, pare che di Covid muoiono soltanto gli anziani, e quindi chi se ne importa dei nonni: “Se devono morire morissero”.

Il video realizzato dalla trasmissione Dritto e Rovescio sta rimbalzando ormai per tutto il web. Introdotto come servizio sul coprifuoco e le relative difficoltà dei locali, l’inviato ha raccolto le testimonianze di alcuni giovani che si trovavano al di fuori di un bar. Ad indignare maggiormente sono state però le parole pronunciate da una degli intervistati.

LEGGI ANCHE: Terribile schianto moto contro auto: morto Leonardo Mancuso, grave l’amica

“Le persone che muoiono di Covid quanti anni hanno? Io dico che comunque i giovani della mia età non muoiono di Covid, ma neanche mio padre che ha 50 anni. A morire sono le persone anziane: a questo punto ti dico la verità, io tengo molto ai miei nonni, ma se devono morire morissero“, ha infatti spiegato al giornalista la giovane.

LEGGI ANCHE: Luana è morta sul colpo. L’autopsia: “Schiacciamento del torace”

Postato successivamente su Twitter, il servizio non ha certo mancato di far discutere il popolo del web. Accusandola di essere cinica e di non avere empatia, sono tanti gli utenti che hanno fermamente criticato le parole di quel servizio. Tra chi l’accusa di essere una “figlia” tipica della “società consumistica e materialista”, e per questo “egoista“, priva di empatia e in grado di fare solo “discorsi superficiali”, c’è chi accusa la giovane – e i suoi coetanei – di appartenere a una generazione di “disinteressati”, non interessati dunque ad informarsi. “Molte odierne persone anziane hanno fatto sacrifici inimmaginabili per dare l’aperitivo a questa cretina”, ha poi scritto qualcun altro, mentre c’è chi incalza: “Questa pur di fare l’aperitivo sotterrerebbe tutta la famiglia”.