Mottarone, inchiesta su Alpyland, impianto gestito da Nerini

Si indaga su due incidenti avvenuti nel 2017 e nel 2019 in cui restarono feriti dipendente e passeggero

Nerini-Mottarone-Meteoweek.com

La procura di Verbania ha avviato due inchieste per altri due incidenti occorsi sul Mottarone sull’impianto Alpyland, pista la cui gestione è ricollegabile a Luigi Nerini, uno degli indagati per l’incidente della funivia Stresa-Mottarone. 

Gli incidenti sono occorsi nel 2017 e nel 2019 e hanno provocato il ferimento di un dipendente e un passeggero. Si ipotizza reato per lesioni colpose.

Leggi anche:—>Suocero fucila la nuora davanti alla figlia 12enne e poi si suicida

La procura di Verbania ha chiesto la custodia cautelare per Nerini che, secondo i pm, aveva mostrato «insofferenza ad uno scrupoloso rispetto delle misure di sicurezza volte a tutelare l’incolumità degli utenti di tale genere di impianti». Il gip ha rifiutato la proposta.