Spari da un auto nella notte: gambizzato in strada un uomo di 66 anni

Notte di paura in quel di Brescia: un uomo di 66 anni è rimasto ferito in strada, dopo essere stato raggiunto alle gambe da colpo arma da fuoco. Sull’episodio indagano ora i carabinieri. Gli aggressori avrebbero agito da una macchina di passaggio.

Brescia gambizzato 66enne - meteoweek.com
Brescia, gambizzato 66enne in strada nella notte – meteoweek.com

Attimi di paura di quel di Brescia. Secondo quanto si apprende dalle fonti locali, un uomo di 66 anni è stato raggiunto da almeno un colpo d’arma da fuoco nelle ore di questa notte. Le autorità stanno ancora indagando per tentare di ricostruire l’esatta dinamica e i moventi che hanno portato a una simile aggressione. Durante la sparatoria, inoltre, pare che alcuni proiettili abbiano raggiunto la vetrata di una parafarmacia situata nelle immediate vicinanze.

Gambizzato mentre era su una panchina, 66enne ricoverato

Secondo quanto viene riportato dalle fonti, la sparatoria si sarebbe verificata in via del Gallo, nel quartiere di San Bartolomeo (Brescia). L’uomo, un 66enne italiano disoccupato, era seduto su una panchina situata nei pressi della forneria di proprietà del fratello. All’improvviso, verso le ore 2 di notte, sarebbe stato però raggiunto da un colpo d’arma da fuoco alle gambe. I proiettili sarebbero stati sparati da un fucile, con gli aggressori che avrebbero agito mentre passavano lungo la strada in auto.

LEGGI ANCHE: Omicidio del giornalista Khashoggi, il Nyt rivela: agenti sauditi coinvolti addestrati negli Usa

Gli stessi malviventi avrebbero sparato in realtà diversi colpi ad altezza uomo, tanto che un proiettile avrebbe infranto la vetrina di una parafarmacia situata nelle immediate vicinanze. La vittima, rimasta gambizzata, è stata trasportata in pronto soccorso agli Spedali Civili di Brescia. Finito attualmente ricoverato presso la struttura, l’uomo non sarebbe comunque in pericolo di vita.

LEGGI ANCHE: Amnesty International attacca la Grecia: “Violenze e respingimenti illegali sui migranti”

Sul violento episodio stanno ora indagando i carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Brescia. Sul posto per un immmediato sopralluogo, invece, sono arrivati i carabinieri della Sis del Nucleo Investigativo di Brescia. Le forze dell’ordine sono ora al lavoro per cercare di risalire all’identità degli aggressori, così come anche all’esatta dinamica e al movente che possa aver spinto i malviventi a compiere un simile gesto. Sempre da come si apprende dalle fonti, al momento non viene esclusa nessuna pista – nemmeno quella di un possibile regolamento di conti.