Gb, italiani e turisti che giungono a Londra devono pagarsi tampone fai da te: 174 euro.«Tassa discriminatoria»

Per gli italiani e i turisti che arrivano a Londra c’è da fare un nuovo tampone, fai da te, che costa ben 174 euro. Mollicone di Fratelli d’Italia:«Tassa discriminatoria»

Tampone Covid-Meteoweek.com

Per gli italiani e i turisti che giungono a Londra, oltre all’esito del tampone negativo da portare con sé dal proprio Paese di provenienza bisogna eseguire un altro tampone una volta sul posto, mentre si va in isolamento. Nello specifico, non solo bisognerà farsi un nuovo tampone da soli ma anche alla “modica cifra” di 174 euro (150 sterline), tutto a carico del viaggiatore. Il kit per farsi il tampone arriva a domicilio.

Per un italiano si tratta di un costo elevato dato che un tampone in forma privata costa 22 euro. In Inghilterra il costo è 8 volte superiore. Non solo, perché a volte il tampone fai da te va ripetuto perché non offre la sicurezza del campione prelevato. I costi quindi aumentano notevolmente. Troppo, a dire il vero.

Leggi anche:—>Saman, il cugino finito in manette vuole essere ascoltato dagli inquirenti

Intanto è pronta un’interrogazione parlamentare di Fdi al ministro degli esteri, Luigi di Maio: «È un atteggiamento assolutamente discriminatorio», sono le parole di Federico Mollicone, deputato Fdi,
«che va a penalizzare il turismo, soprattutto quello basso-spendente dei giovani: sembra quasi che vogliono selezionare l’ingresso in Gran Bretagna. Ritengo che la procedura non sia neanche efficace perché non assicura la certezza dell’identità personale: il tampone fai da te può farlo chiunque. Chiediamo quindi che il governo italiano apra il dialogo con ambasciate e consolati per avviare convenzioni con centri di analisi che possano mantenere lo stesso costo del test anti Covid-19 come in Italia».