Risolto il giallo della clochard assassinata: preso il killer

Svolta nel delitto di Concetta Gioé, 68 anni, trovata morta ieri sulle scale dell’entrata laterale della chiesa di Santa Caterina a Messina centro

Clochard trovata morta sulle scale della chiesa-Meteoweek.com

Svolta nell’omicidio della clochard Concetta Gioé, 68 anni, ritrovata morta sulle scale della chiesa di Santa Caterina a Messina, in centro. Durante la notte, carabinieri e procura hanno fermato un altro senzatetto, fortemente sospettato del delitto. L’uomo, Pietro Miduri, 70 anni, pregiudicato, aveva commesso un altro omicidio nel 1974.

Secondo gli inquirenti «sono stati raccolti elementi che hanno permesso di ricostruire un grave quadro indiziario a carico dell’uomo». In particolare, il filmato estrapolato da una telecamera di video sorveglianza ripresa da un bar davanti alla chiesa, in via Garibaldi, in cui si nota l’uomo aggirarsi sul sagrato e poi scomparire dopo essersi recato all’ingresso laterale della chiesa. Lì hanno poi rinvenuto il cadavere della 68enne, coperto di ferite da taglio, causate da un coltello con cui l’hanno colpita 12 volte.

Leggi anche:—>Schianto frontale per sorpasso in terza corsia: Sara muore a 19 anni, indagato 72enne per omicidio stradale

Poco più tardi, il video mostra l’uomo fuggire con qualcosa tra le mani. Ancora da capire il movente del delitto, forse un tentativo di rapina o un litigio, o anche un tentativo di violenza sessuale. I carabinieri stanno indagando per comprenderlo, con l’aiuto della polizia scientifica che ha raccolto diversi indizi sulla scena dell’omicidio. Miduri, tuttavia, non ha confessato l’omicidio.

Leggi anche:—>Zaia e le minacce no vax: «Uno mi ha scritto: ‘Ti sparo in bocca’. È un militare con famiglia, non sottovalutiamo queste cose»

La clochard uccisa, Concetta Gioè, era di Palermo e aveva un marito e tre figli, ma abitava per strada da due anni. Da quanto hanno raccontato il parroco della chiesa e il sacerdote che si occupava delle case di accoglienza, la donna rifiutava ogni aiuto e aveva problemi di salute mentale, tant’è che l’avevano sottoposta a un Tso. Il gip di Messina ha confermato il fermo di Miduri, portato in carcere.