Truffa ad anziana sventata: si finge nipote e chiede 2000 euro per ritiro pacco

Una truffa ai danni di una anziana è stata sventata dai Carabinieri di Benevento. Un trentottenne aveva chiamato la donna e, fingendosi il nipote, le aveva chiesto di pagare un pacco da 2 mila euro che sarebbe arrivato tramite un corriere a casa sua. La vittima, insospettita, aveva informato il marito, il quale si è rivolto immediatamente alle forze dell’ordine. Gli agenti, appostatisi sotto casa, hanno bloccato il finto fattorino al suo arrivo e l’altro complice. Entrambi sono stati denunciati, uno è in arresto.

truffa anziana
La truffa del finto corriere era già stata messa in atto in precedenza – meteoweek.com

Una anziana di Benevento è riuscita a non cadere nella truffa adoperata da due cittadini di origini napoletane, uno dei quali pregiudicato. I malviventi avevano architettato un piano per sottrarre alla malcapitata 2 mila euro, ma lei ha compreso che qualcosa non andava. Una telefonata da parte di un giovane, che si fingeva il nipote, la aveva infatti avvertita del fatto che avrebbe dovuto pagare al corriere che presto avrebbe bussato alla sua porta un pacco dal valore sopracitato. La donna, tuttavia, si è insospettita ed ha informato il marito dei fatti. Quest’ultimo, a sua volta non convinto, ha deciso di chiamare i Carabinieri. Gli agenti delle forze dell’ordine, prontamente arrivati sul posto, hanno colto i due truffatori in flagranza e li hanno trasportati in caserma.

LEGGI ANCHE -> Ritrovato morto un uomo per strada, vicino casa: scoperta fuga di gas

I due napoletani sono stati denunciati per il reato di truffa aggravata ai danni di una persona anziana. Gli elementi di colpevolezza a loro carico sono gravi ed inequivocabili. L’uomo di 38 anni che aveva organizzato nel dettaglio il piano è stato arrestato, in quanto ha già precedenti penali specifici. I Carabinieri lo hanno beccato mentre attendeva la refurtiva a bordo di una Fiat Panda nei pressi dell’abitazione della ottantunenne. L’altro, che è stato bloccato mentre saliva le scale del palazzo per bussare alla porta della vittima, fingersi il corriere e ritirare i soldi, è stato invece segnalato al Tribunale dei Minorenni di Napoli, data l’età. Guai in vista dunque per i malviventi, che pare avessero già tentato in passato di mettere in atto altri colpi di questo genere.