Bimba con febbre altissima muore all’arrivo in ospedale: scatta inchiesta

La Procura della Repubblica di Pescara ha aperto un’inchiesta sulla morte di Giulia, deceduta a soli 11 mesi nella notte tra venerdì e sabato

neonata-Meteoweek.com

È scattata un’inchiesta a Pescara, condotta dalla Procura della Repubblica locale, per la morte di Giulia, 11 mesi, morta nella notte tra venerdì e sabato dopo essere da poco giunta all’ospedale “Santo Spirito” della città dannunziana. Giulia era arrivata dapprima da Monteodorisio al pronto soccorso di Vasto (San Pio da Pietrelcina) nella mattinata di venerdì perché aveva la febbre molto alta. Lì si è optato per il ricovero in pediatria.

Leggi anche:—>Parte per la Spagna e quando torna si ritrova casa occupata:«Devo pure pagare bollette»

Nella notte, tuttavia, il quadro clinico ha avuto un forte peggioramento e la piccola è stata portata con urgenza a Pescara tramite ambulanza. Ma nel corso del viaggio le sue condizioni si sono aggravate, tant’è che è andata due volte in arresto cardiaco e l’hanno rianimata. Quando è arrivata all’ospedale di Pescara era in fin di vita ed è morta poco dopo.

Leggi anche:—>Strage Bologna, “Freddo” Abbatino in udienza:«Parlo, se lo Stato mi protegge»

I genitori della piccola hanno sporto denuncia e il magistrato di turno al tribunale pescarese, Andrea Papalia, ha ottenuto la cartella clinica della bambina e ha disposto l’autopsia sulla salma. Ora bisognerà comprendere cosa possa essere successo, da quando Giulia è entrata in nosocomio a Vasto fino a quando è giunta a Pescaram e se c’erano delle possibilità di salvarla. A dicembre la piccola avrebbe compiuto un anno.