Yemen, drone contro aeroporto Abha: 4 feriti, sauditi accusano ribelli

Ascolta l'audio-articolo

Intercettato dalla contraerea saudita un drone mandato a colpire l’aeroporto internazionale di Abha, già oggetto di diversi attacchi negli ultimi anni.

I sistemi di difesa aerea di Riad sono riusciti a intercettare e fermare un drone diretto contro l’aeroporto internazionale di Abha. Lo ha comunicato il portavoce della coalizione militare araba guidata dall’Arabia Saudita citato dalla televisione statale Ekhbariya.

Almeno quattro feriti nell’incidente


L’aeroporto internazionale di Abha dopo uno degli ultimi attacchi di droni lo scorso agosto – Meteoweek

Quattro persone sono state coinvolte nell’attacco. Hanno tutte riportato ferite lievi, anche se fonti arabe rilanciano a dodici il numero dei feriti. Si tratta di civili che lavorano nell’aeroporto e di passeggeri rimasti feriti a causa delle schegge del drone cadute nella zona dell’aeroporto.

LEGGI ANCHE -> Covid, dal 21 febbraio Usa pronti a distribuire vaccini ai bambini sotto 5 anni

Dopo uno stop temporaneo, il traffico aereo a Abha è ripreso e la situazione è ritornata alla normalità. La coalizione araba adesso punta il dito contro le forze ribelli yemenite e fa sapere di ritenere responsabili dell’incidente gli Houthi, il gruppo armato yemenita a prevalenza sciita che gli Usa stanno per reinserire nella lista delle organizzazioni terroristiche. Citando fonti della coalizione, l’emittente saudita ha detto: “Il tentativo degli Houthi di colpire civili nell’aeroporto di Abha, un aeroporto per uso civile, è un crimine di guerra”.

LEGGI ANCHE -> Trump, archivi di stato Usa chiedono di indagare su di lui: ha trattenuto o distrutto documenti top secret

L’aeroporto di Abha, insieme alla vicina città di Khamis Mushait, è stato diverse volte obiettivo di attacchi missilistici e coi droni negli ultimi anni, da quando l’Arabia Saudita si è messa alla testa della coalizione.