“Se vinciamo ti diamo 10mila euro”, il tabaccaio: “Vinti 2mln, me ne hanno dati solo mille”

Ascolta l'audio-articolo

Sbancano al Gratta e vinci, portano a casa 2 milioni di euro, e ne promettono 10mila al tabaccaio. Poi la delusione: “Me ne hanno dati solo mille. Gli ho detto di tenerseli, di andare via e non tornare più”.

Gratta e vinci tabaccaio mille euro - meteoweek

vincono al Gratta e vinci, il tabaccaio: “Mi hanno dato solo mille euro” – meteoweek.comUna vicenda che fa riflettere, quella capitata a Conegliano, in provincia di Treviso. I protagonisti sono un tabaccaio e una coppia di cittadini di origine cinese, che hanno avuto la fortuna di vincere (una fortuna) al Gratta e vinci. Portandosi a casa un bottino da 2 milioni di euro, hanno lasciato una “mancia” di mille euro al proprietario dell’esercizio commerciale in cui hanno acquistato il biglietto vincente. Peccato che, a detta dello stesso tabaccaio, la coppia gli aveva promesso una mancia da 10 mila.

“Gli ho detto di tenerseli, di andare via dal mio locale”

A riportare la notizia è stato Il Gazzettino, che ha avuto modo di intervistare lo stesso protagonista della vicenda. “Sono due persone di origine cinese – racconta il proprietario a Il Gazzettino – i vincitori del gratta e vinci da due milioni venduto nel mio bar”, ha spiegato ai giornalisti che lo hanno raggiunto. E avrebbe raccontato loro, anche, che la coppia di clienti aveva promesso al proprietario, in caso di vincita, una regalo di 10 mila euro. “Ma si sono presentati con mille euro”, ha infatti evidenziato Alessandro Wu, titolare dell’omonimo bar sotto i portici, a pochi passi dal ponte della Madonna in centro a Conegliano (Treviso).

LEGGI ANCHE: Confisca di 20 milioni di euro al clan Casamonica: ville, bar e pompe di benzina

La vincita, si ricorda, si è verificata nel mese di novembre scorso, due mesi prima dell’ultima fortunatissima vincita che ha visto un pensionato sbancare la Sisal grattando sul biglietto la cifra di un milione. Contento della vincita da parte della coppia, Wu non si sarebbe mai aspettato però di essere preso in giro. “Si è presentato il vincitore con mille euro. L’ho guardato in faccia e gli ho detto di tenerseli, di andare via e non tornare più. Racconto questo solo perché il vincitore dei due milioni si è comportato male nei miei confronti. Era meglio se non prometteva niente”, ha infatti raccontato a Il Gazzettino.

LEGGI ANCHE: Messina, beni confiscati alla mafia assegnati ad associazioni del territorio

Una vicenda molto particolare, questa, che ha provocato non poco malcontento. Tuttavia, spiega Wu, la sua delusione è legata in realtà anche ad altri motivi: “Un’altra cosa che non capisco è perché lo Stato non ci aiuta dandoci una percentuale, anche minima, sulle vincite che vengono realizzate con biglietti che vendiamo ogni giorno”, ha infatti esordito l’esercente. E ha poi ribadito, a conclusione: “Basterebbe l’uno, il due percento: sarebbe un buon aiuto, specie di questi tempi. Invece quando è circolata la notizia della vincita multimilionaria, sono arrivati i controlli dei Nas”.