Covid, ventilazione meccanica è tra le armi più efficaci nelle aule scolastiche

Ascolta l'audio-articolo

Uno studio della Fondazione David Hume ha dato esito positivo per ciò che concerne la ventilazione meccanica come arma di contrasto al Covid 

Secondo uno studio realizzato dalla Fondazione David Hume, in partnership con la Regione Marche, la ventilazione meccanica controllata (Vcm) è un’ottima arma di contrasto al Covid se usata con la massima portata di ricambio dell’aria. I suddetti impianti, infatti, installati in un luogo chiuso, riescono ad abbattere per oltre l’80% il pericolo di infettarsi.

Vmc scuole-meteoweek.com

Dal gennaio 2021, le Marche hanno investito 9 milioni per installare tali impianti nelle aule scolastiche regionali. Lo studio è cominciato il 13 settembre 2021 e si è concluso il 31 gennaio 2022, e ha visto coinvolte 10.441 classi, di cui 10.125 senza impianto e 316 con ventilazione meccanica. Quando lo studio ha avuto inizio le classi dotate di tali impianti erano 500.

Il professor Luca Ricolfi, che presiede la Fondazione Hume, e insegna Analisi all’Università di Torino, ha precisato che la ricerca ha messo in risalto «che l’impatto della Vcm nell’abbattere la carica virale nell’aria, è molto forte e statisticamente significativo, oltre che generalizzato, ma il risultato più significativo registrato è quello dell’impatto della Vcm: maggiore è il ricambio dei volumi dell’aria, maggiori sono i risultati della riduzione della contaminazione». Il professore ha anche aggiunto che «non basta mettere un apparecchio Vcm ma occorre collocarne un numero di portata massima adeguata».

Scuola-Meteoweek.com

Sempre dall’esito della ricerca eseguita dalla Fondazione, è venuto fuori che «le classi più numerose hanno un rischio individuale sensibilmente più alto del 30-40% di contaminazione rispetto a quelle piccole».

Ricolfi afferma che «il fattore di abbattimento assicurato dalla Vcm è paragonabile a quello del vaccino: molto efficace e insostituibile come protezione dalla malattia, ma meno dal punto di vista della trasmissione. In sostanza la Vcm, ben fatta, ha una capacità di contenimento della circolazione del virus doppia rispetto al vaccino».