Ucraina, Zelensky: “Abbiamo bisogno di aiuti militari senza limiti”

Ascolta l'audio-articolo

Volodymyr Zelensky presidente dell’Ucraina, in un discorso video pubblicato su Telegram, fa delle richieste specifiche rivolgendosi direttamente alla Nato.

“Non combattiamo solo per il popolo ucraino ma per la sicurezza dell’Europa e abbiamo mostrato che ci meritiamo di essere membri pieni della Ue”. Sono le parole del presidente Ucraino.

Volodymyr Zelensky – MeteoWeek

La Russia ha investito nella morte

“E’ vero che non facciamo parte dell’Alleanza, e non rientriamo nell’ombrello di protezione dell’articolo 5. C’è la sensazione che ci troviamo in una zona grigia tra la Russia e l’occidente ma difendiamo i valori che ci accomunano con voi, e lo facciamo da un mese ormai. E’ un mese dell’eroica resistenza, è un mese di sofferenze atroci, un mese delle distruzioni di un paese pacifico”. Ha dichiarato il premier ucraino, che ha poi aggiunto: “Negli ultimi decenni la Russia ha accumulato grandi risorse militari sia dei mezzi che del personale effettivo, di bombe, razzi. Hanno investito fondi colossali nella morte, mentre il mondo investiva nella vita. Ma l’Ucraina riesce a resistere, purtroppo a costo di tante vite umane, di case distrutte, di 10 milioni di profughi in totale, di cui 3,5 si trovano sui vostri territori, territori dei paesi Nato. Sono grato che abbiate sostenuto queste persone, ma purtroppo la gente continua a dover lasciare la propria casa”.

Zelensky alla Nato

Zelensky si è rivolto direttamente alla Nato: “Ancora una volta, il 24 febbraio mi sono rivolto a voi con una richiesta logica di chiudere il nostro cielo in qualsiasi formato, ma che consentisse di proteggere i nostri cittadini dalle bombe e dai razzi russi. Non abbiamo sentito una risposta chiara. L’Ucraina non ha armi antimissili. La nostra aviazione è molto ridotta rispetto alla loro e per questo loro utilizzano armi di distruzione di massa”. Lo ha dichiarato Zelensky in un video rivolto alla Nato pubblicato sul suo canale Telegram. “Voi vedete oggi le conseguenze: quante persone sono state uccise, quante città distrutte”, ha dichiarato Zelensky.

“Abbiamo bisogno di aiuti militari senza limiti”

Guerra in Ucraina – MeteoWeek

“L’esercito ucraino resiste ormai da un mese, pur non essendo in una condizione alla pari rispetto ai russi, e vi ripeto lo stesso da un mese: per salvare la nostra gente e le città ucraine ha bisogno di aiuto militare senza limiti”. Sono le parole del premier Ucraino nel suo discorso alla Nato pubblicato su Telegram. “Come senza limiti la Russia utilizza contro di noi tutto il suo arsenale, distrugge tutto ciò che è vivo -dice Zelesnky- dalle università alle chiese, dai magazzini con le scorte alimentari alle scuole, dai ponti agli ospedali, l’Ucraina si è rivolta a voi per avere gli aerei, per evitare tante perdite. Voi avete migliaia di aerei da combattimento ma non ce ne avete fornito neanche uno”.

Zelensky alla Nato: “Avete 20mila carri armati”

“Abbiamo chiesto i carri armati per eliminare il blocco delle nostre città. Mariupol, Berdyansk, Melitopol e altre città in cui la Russia tiene in ostaggio centinaia di migliaia di persone creando una fame artificiale: manca l’acqua, cibo, manca tutto. Voi avete non meno di 20mila carri armati, l’Ucraina ne ha chiesto 1%”. “Ma non abbiamo una risposta chiara e durante la guerra questo è il problema più grande: quando non hai risposte chiare alle richieste d’aiuto”.”L’Ucraina non ha mai voluto questa guerra e non la vuole. Vogliamo semplicemente salvare i nostri cittadini e sopravvivere”. “Come qualsiasi popolo – ha aggiunto – io credo, abbiamo il diritto di vivere e voglio essere chiaro: non sto accusando la Nato, non avete colpa. Non sono le vostre bombe e razzi a bombardare le nostre città”.

Le bombe al fosforo

Guerra in Ucraina – MeteoWeek

“Tra l’altro – ha dichiarato ancora Zelensky – vorrei dire che stamattina sono state usate le bombe russe a fosforo con altri bambini e adulti morti. Vorrei che sapeste che l’Alleanza può ancora prevenire le morti degli ucraini causate da attacchi russi fornendoci tutte le armi di cui abbiamo bisogno”.

“Potreste fornirci l’1% dei vostri aerei, l’1 % di tutti vostri carri armati. Purtroppo non possiamo comprarli semplicemente. Questo tipo di fornitura dipende direttamente dalle decisioni Nato, dalle decisioni politiche. Sistemi di lanciarazzi multiplo, sistemi di difesa antiaerea. Come si fa a resistere in guerra come questa senza simili mezzi? Quando finalmente avremo tutto questo, darà a noi e a voi il 100% della protezione. E noi stiamo chiedendo solo l’1%”.