Milano, furto in stazione: turista derubata di 8mila euro. “Non tornerò più in Italia”

Ascolta l'audio-articolo

Milano, furto alla Stazione Centrale: una turista è stata derubata di 8mila euro. Lo sfogo della donna: “Sono rimasta molto delusa. Non tornerò più in Italia”. Nessuna traccia delle borseggiatrici.

Milano, furto in stazione turista derubata di 8mila euro. Non tornerò più in Italia - meteoweek 20220504
Milano, furto in stazione turista derubata di 8mila euro: “Non tornerò più in Italia” (foto di repertorio) – meteoweek.com

Una vacanza da dimenticare, quella di una turista di Singapore. Selina Lim è venuta insieme a suo marito nella città della moda, a Milano. Nonostante la bellezza e l’accoglienza tipica italiana, pare che nel nostro Paese, però, non voglia metterci più piede. “Sono delusa, è stata un’esperienza terribile che mi rovina il ricordo dell’Italia. Non penso tornerò più”, ha raccontato la signora Lim a Il Giorno. La donna è infatti stata derubata dei suoi averi mentre era alla Stazione Centrale. Il bottino trafugato avrebbe un valore complessivo di 8mila euro.

La dinamica del furto, il bottino rubato

L’episodio si è verificato la settimana scorsa. In vacanza a Milano, la donna si trovava alla Stazione Centrale insieme a suo marito, quando è stata derubata del portafogli (con all’interno sia i contanti che le carte di credito) e di alcuni gioielli. Un valore complessivo, quello del bottino, che si aggira intorno ai 8mila euro.

Nello specifico, le sono stati portati via il portafogli Prada (costato oltre mille euro), i contanti al suo interno (ovvero 1.500 dollari, 500 euro e 400 dollari di Singapore), le carte di credito, la patente, una catenina comprata a Parigi per 1.580 euro e altri due gioielli molto preziosi appartenuti a sua madre (dal valore di 3000 euro, oltre che quello affettivo).

La donna è stata derubata da due signore, che hanno puntato la coppia mentre era all’interno della Stazione Centrale. I due erano vicino ai bagni, quando hanno visto una signora osservarli attentamente. La stessa signora che, poco dopo, hanno incontrato sulla scala mobile, e che li ha seguiti fino al parcheggio dei taxi.

“Quella donna si è avvicinata e si è offerta di accompagnarci, ma sulla scala mobile è stata affiancata da una complice, che si è frapposta tra me e mio marito”, ha raccontato la turista. Distratto anche il marito, le due hanno messo a segno il colpo con estrema rapidità. “Solo una volta sul taxi mi sono accorta che la mia borsa era aperta e che il portafogli era sparito”, ha infatti spiegato la vittima.

Lo sfogo della vittima: “Delusa dall’Italia”

Accortasi di quanto accaduto, la coppia è andata immediatamente in Questura a sporgere denuncia. Insieme a loro, racconta la signora Lim, vi erano altre tre persone – tutte vittime dei borseggiatori. “Molti di loro erano giovani studenti fuorisede, che hanno perso tutto per colpa loro. Non si fermano davanti a niente, non è giusto”, ha spiegato la donna. Infine lo sfogo: “Sono rimasta davvero delusa. Trovo che gli italiani siano persone meravigliose ma purtroppo c’è qualcuno che rovina l’immagine del Paese, rendendo le città insicure. A Singapore la polizia cattura ladri e borseggiatori molto velocemente. Invece io non rivedrò più nulla di ciò che mi è stato rubato”.