Ministro della Difesa svedese si dice a favore dell’entrata nella Nato

Domenica, il partito del ministro, quello socialdemocratico, dirà la sua opinione in merito a una eventuale adesione 

Se Svezia e Finlandia dovessero entrare nella Nato, questo andrebbe a rinforzare la difesa di tutta l’area dell’Europa settentrionale. Lo afferma il ministro della Difesa svedese, il socialdemocratico Peter Hultqvist, che un tempo si opponev all’entrata del suo Paese nell’Alleanza Atlantica.

Peter Hultqvist-meteoweek.com

«C’è un prima il 24 febbraio e c’è un dopo», spiega il ministro, mettendo in evidenza come le cose siano notevolmente cambiate da quando la Russia ha deciso di invadere l’Ucraina.

Le affermazioni del ministro svedese giungono mentre si attende che venga presa una decisione ufficiale che il partito socialdemocratico prenderà domenica prossima, 15 maggio, ossia se entrare o meno nella Nato. Anche la Finlandia sta pensando se fare questa scelta.

Se Svezia e Finlandia dovessero decidere di entrare nell’Alleanza Atlantica, ha detto il ministro della Difesa svedese, questo consentirà una progettazione congiunta della difesa nell’ambito della Nato, rinforzando, ergo, le capacità delle milizie dell’Europa del Nord.

I due Paesi potranno sostenersi e beneficiare l’uno delle qualità dell’altro. Questo sarà valido soprattutto nella zona del Baltico, dove la progettazione militare e il lavoro di sorveglianza congiunto diminuirà il pericolo di eventuali attacchi in quell’area.