Muore a 51 anni stroncato da un malore: donati i suoi organi con cui sono salve 5 persone

I suoi familiari hanno deciso di donare il fegato dell’uomo, i reni e le cornee per i pazienti che attendevano un trapianto

Samuele Fioretti è morto a 51 anni, stroncato da un malore. È accaduto sabato scorso, 7 maggio, quando l’uomo si è sentito male in un supermercato a Macerata. Si è accasciato a terra e lo hanno soccorso, portandolo poi all’ospedale di Macerata.

Samuele Fioretti-meteoweek.com

Da subito è sembrato grave, e i medici hanno proposto ai familiari dell’uomo di donare i suoi organi. I familiari hanno infine accettato, pensando al tipo di carattere che il 51enne aveva. Durante un’operazione, dal suo corpo, i medici hanno preso fegato, reni e cornee. Cinque organi donati a cinque pazienti in attesa di trapianto, come ha spiegato la dottoressa Francesca De Pace.

«Tutto l’ospedale si è adoperato affinché tutto andasse bene, a partire dalla Rianimazione», ha detto la dottoressa, sottolineando che attualmente nelle Marche «sono 11 i prelievi multiorgano eseguiti, 37 i trapianti, 7 le opposizioni e diverse inidoneità. Molti pazienti con patologie non curabili possono vivere grazie alla donazione o migliorare la loro qualità di vita. Se non trapiantiamo gli organi salva vita, cuore, polmoni e fegato, i pazienti muoiono».

Il corpo del 51enne è stato poi riconsegnato ai familiari per i funerali. «Alzeremo gli occhi al cielo e penseremo che Samuele vive in altre persone», hanno detto i familiari dell’uomo, come riporta Cronache Maceratesi.