Pizzaiolo italiano trovato morto in un parco di Sheffield: si indaga per omicidio

Il cadavere è stato rinvenuto in un parco della città britannica. Arrestate due persone 

Carlo Giannini, 34 anni, pizzaiolo di Mesagne (Brindisi), aveva lasciato il proprio paese per cambiare vita all’estero. Purtroppo, però, ha trovato la morte in un parco di Sheffield, in Inghilterra, ieri mattina, 12 maggio. Subito è scattata l’inchiesta per omicidio.

Carlo Giannini-meteoweek.com

La polizia inglese ha comunicato l’arresto di un uomo di 26 anni e una ragazza di 19 anni, entrambi del posto. Gli investigatori hanno raccontato che il 26enne Warsame Ibrahim è espressamente accusato di omicidio. A rinvenire il cadavere di Giannini è stato un passante, che ha avvisato la polizia.

Carlo è stato trovato su una panchina con lesioni forse causate da un coltello. Il suo decesso sarebbe occorso nella notte tra l’11 e il 12 maggio. Secondo le ricostruzioni, i parenti del pizzaiolo si stanno tenendo in contatto con il consolato italiano e presto si recheranno a Sheffield.

Carlo viveva da anni all’estero: dapprima aveva vissuto in Germania, dove aveva aperto una pizzeria con sua cognata, poi si era trasferito in Inghilterra. Il 34enne era un ottimo pizzaiolo, e gli amici di Mesagne, parlano di lui come un giovane solare. Il padre di Carlo è un infermiere pensionato. La notizia ai familiari del giovane è giunta ieri pomeriggio, direttamente dalla polizia inglese. Nessuno attualmente sa cosa sia occorso precisamente in quel parco. La ministra per le Politiche giovanili, Dadone, ha commentato:«Sulla tragedia non mi esprimo fin quando non arriveranno notizie ufficiali. Esprimo vicinanza alla famiglia. È chiaro che le esigenze dei ragazzi di andare fuori fanno parte della natura giovanile».