Vasto incendio in un deposito di vernici, panico alle porte di Roma

L’allerta è scattata nel primo pomeriggio di ieri, dove un rogo si è dipanato alle porte di Roma, in un magazzino di vernici nell’area industriale di Monterotondo.

Panico alle porte di Roma nel primo pomeriggio di ieri, 16 maggio, per via di un ampio incendio occorso in un deposito di vernici sito a Monterotondo.

Incendio Roma-meteoweek.com

Sul posto sono sopraggiunti i vigili del fuoco. Nonostante la paura fosse tanta, non c’è stato alcun ferito. Quello che ha allertato i soccorritori erano le esalazioni provocate dal materiale andato in fiamme. L’incendio infatti ha creato una intensa colonna di fumo nero che si vedeva fino a Roma e ai Castelli Romani.

Riccardo Varone, primo cittadino di Monterotondo, ha dato ordine precauzionale di chiusura di finestre e porte, sospendendo, inoltre, ogni attività all’aperto. Stessa esortazione anche per i comuni al confine, ossia Fiano Romani e Montelibretti.

Verifiche su eventuali sostanze tossiche

Monterotondo-meteoweek.com

Allarmata anche la protezione civile per la predisposizione tramite Arpa, di verifiche di eventuali sostanze tossiche finite nell’aria. Il sindaco ha poi rassicurato di aver tenuto sotto controllo il rogo. Nell’ordinanza, il primo cittadino aveva scritto:«mantenere la chiusura delle porte e finestre delle abitazioni e delle attività commerciali, industriali e di servizi, al fine di prevenire un possibile passaggio di inquinanti, compresi gli impianti di areazione forzata (condizionatori ed impianti di aria condizionata) fino a cessato allarme». 

E ancora, nell’ordinanza c’era il veto «di svolgere attività all’aperto, comprese manifestazioni, attività ludiche, attività sportive in genere ed altri eventi programmati all’aperto, nonché la frequentazione di spazi all’aperto da parte di animali domestici; di esporre prodotti alimentari fuori degli esercizi di vendita; la raccolta ed il conseguente consumo di frutta e verdura presso orti domestici e aziende agricole». 

Le imprese che si trovano nei pressi del rogo sono state sottoposte a evacuazione per precauzione: a creare maggiori difficoltà alle operazioni dei vigili del fuoco è stata l’infiammabilità dei materiali che si trovavano all’interno del magazzino di vernici incendiato.