Finlandia e Svezia, consegnata richiesta di adesione alla NATO. Stoltenberg: “Momento storico e cruciale”

 Finlandia e Svezia, consegnata richiesta di adesione alla NATO. Stoltenberg: “Momento storico e cruciale. Per interessi di sicurezza, dobbiamo rimanere tutti uniti”. La Turchia muove opposizione.

Finlandia e Svezia, consegnata richiesta di adesione alla NATO - meteoweek 20220518
Finlandia e Svezia, consegnata richiesta di adesione alla NATO (foto via The Guardian) – meteoweek.com

Nella mattinata di oggi, la Svezia e la Finlandia hanno formalmente presentato le loro domande di adesione alla Nato, sugellando uno dei più grandi avvenimenti geopolitici fino ad oggi, contrassegnato dall’invasione russa dell’Ucraina. Ad Haren, nel nord-est di Bruxelles, il segretario generale dell’Organizzazione atlantica, Jens Stoltenberg, ha accettato personalmente le domande di adesione dei vicini Paesi nordici presso la sede dell’alleanza militare difensiva, guidata dagli Stati Uniti e composta da 30 membri. Queste le sue parole: “Accolgo calorosamente le richieste di Finlandia e Svezia di entrare a far parte della Nato. Siete i nostri partner più stretti”. Il segretario ha anche salutando l’occasione definendola “un passo storico”, “un buon giorno in un momento critico per la nostra sicurezza”.

“Per interessi di sicurezza, dobbiamo rimanere tutti uniti”

L’ambasciatore della Svezia, Axel Wernhoff, e il suo collega finlandese Klaus Korhonen, hanno consegnato questa mattina (poco dopo le ore 8) le lettere di adesione formali dei due paesi nordici, firmate dai rispettivi ministri degli esteri. Il presidente finlandese, Sauli Niinistö, e il primo ministro svedese, Magdalena Andersson, voleranno a Washington nella giornata di domani, giovedì 19 maggio, così da incontrare il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, per i colloqui in merito al loro ingresso nell’Organizzazione e sulla sicurezza europea in generale.

“Oggi è un buon giorno in un momento cruciale per la nostra sicurezza. Grazie molte per aver presentato la richiesta di adesione per Finlandia e Svezia. Ogni Nazione ha il diritto di scegliere il proprio percorso”. Ha esordito il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ricevendo la richiesta formale di adesione nel quartier generale di Bruxelles. “Accolgo calorosamente la richiesta di adesione da parte di Finlandia e Svezia”, ha poi proseguito il segretario, sottolineando come le richieste presentate oggi “sono un passo storico, e gli alleati valuteranno i prossimi passaggi di questo cammino verso la Nato”.

Ad essere valutati saranno anche, tra le altre cose, “gli interessi di sicurezza di tutti gli alleati”, sul quale l’Organizzazione è intenzionata a lavorare per “raggiungere rapidamente conclusioni”. Tutti gli alleati concordano sull’importanza dell’allargamento della Nato. Siamo tutti d’accordo sul fatto che dobbiamo rimanere uniti e siamo tutti d’accordo sul fatto che questo è un momento storico che dobbiamo cogliere”, ha infatti evidenziato Stoltenberg, in riferimento anche a quella che è la condizione attuale provocata dal conflitto russo-ucraino.

Tanto che anche la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, in occasione della commemorazione dell’eurodeputato di Fdi, Remo Sernagiotto, ha esordito: “Per anni [Svezia e Finalndia] sono stati minacciati dalla Russia, accogliamo la loro domanda”. Poco d’accordo con la decisione dei due Paesi, invece, è la Turchia. D’altro canto, Helsinki, Stoccolma e gli altri alleati occidentali si sono detti ottimisti di poter superare le obiezioni avanzate da Ankara per ciò che concerne l’allargamento della Nato.