Giappone, terremoto di magnitudo 5.6 nel mare di Katsuura: oltre 2mila famiglie senza elettricità

Giappone, terremoto di magnitudo 5.6 registrato questa mattina nel mare di Katsuura. Sono oltre 2mila le famiglie rimaste temporaneamente senza elettricità. Si valuta collegamento con il sisma di marzo. 

terremoto giappone 5.6 - meteoweek 20220518
terremoto in Giappone, 5.6 della scala Richter a largo della costa di Iwate- meteoweek.com

Un terremoto di magnitudo 5.6 della scala Richter ha colpito oggi l’isola giapponese di Honshu. L’agenzia di stampa AZERTAC rende infatti noto, con riferimento all’Agenzia meteorologica giapponese, che l’evento sismico si è verificato a largo della costa di Iwate, nella mattinata di oggi. Non è stato emesso alcun allarme tsunami, e pare al momento che non vi siano danni a persone e a cose. L’isola di Honshu è l’isola più grande dell’arcipelago nipponico, e ospita (oltre alla capitale Tokyo) alcune delle più grandi e importanti città del Paese, quali Hiroshima, Kawasaki, Kobe, Kyoto, Nagoya, Nara, Osaka, Sendai e Yokohama. In particolare, nella prefettura di Iwate, a causa del terremoto un blackout temporaneo ha colpito circa 2.200 famiglie, che sono rimaste temporaneamente senza le utenze elettriche.

Possibile collegamento con il devastante terremoto di due mesi fa

Un terremoto di magnitudo 5.6 (forza  5 sulla scala di intensità usata in Giappone) ha colpito il Paese a una profondità di 20 chilometri, al largo della costa della prefettura di Iwate, intorno alle 12:52 (ore locali) di mercoledì 18 maggio. L’epicentro è stato individuato a circa 223 km (139 miglia) a sud-sud-est di Katsuura. Il tremore si è verificato a una profondità di circa 13 km (8 miglia), e pare si sia avvertito un leggero scuotimento in tutta l’area di Chiba e nelle parti orientali delle prefetture di Kanagawa, Shizuoka e Tokyo.

Al momento pare non ci sono state segnalazioni iniziali di danni o vittime a seguito del terremoto, ed è probabile che non vengano registrati danni significativi. Ad ogni modo, potranno essere necessarie diverse ore prima che le autorità possano condurre valutazioni complete in riferimento ad eventuali danneggiamenti a strutture e infrastrutture, soprattutto nelle aree più remote e rurali dell’isola. Nei prossimi giorni sono previste le consuete scosse di assestamento, che potranno essere da leggere a moderate. L’evento non ha comunque provocato alcun avviso di tsunami.

I funzionari hanno chiuso temporaneamente le infrastrutture di trasporto nella zona interessata dall’evento sismico, così da poter verificare la presenza di eventuali danni. Durante le chiusure si sono verificate alcuni rallentamenti ed interruzioni di servizio. Sono inoltre possibili anche le interruzioni delle utenze.

Si ricorda che il Paese era stato già colpito da un evento sismico piuttosto importante due mesi fa. Un terremoto di magnitudo 7,4 aveva infatti scosso il Giappone nord-orientale il 17 marzo scorso, provocando almeno tre morti e oltre 180 feriti. In quell’occasione, l’evento aveva causato interruzioni di corrente diffuse, interruzioni dei trasporti e sospensioni dei servizi. Secondo quanto viene riportato da Kyodo News, le autorità competenti e l’agenzia meteorologica sarebbero al lavoro per cercare di capire se i due episodi possano essere collegati tra loro.