Si tuffa per salvare il figlio, ma il mare se la porta via: muore una mamma di 51 anni

Si tuffa per salvare il figlio, ma il mare se la porta via: muore una mamma di 51 anni, Maria Clara Shermer. Inutili i tentativi di rianimazione. 

Ha sacrificato la sua vita per salvare quella del figlio che rischiava di annegare. Se ne è andata così, davanti agli occhi increduli del compagno, Maria Clara Shermer. La donna, una 51enne tedesca, è riuscita a riportare a riva suo figlio, rimasto in balia delle onde a Spiagge bianche di Vada (Livorno). Lei è stata invece colta da un malore, sopraggiunto dopo la fatica, che non le ha lasciato scampo.

muore una mamma di 51 anni, Maria Clara Shermer - meteoweek 20220608
muore una mamma di 51 anni, Maria Clara Shermer (foto di repertorio) – meteoweek.com

La famiglia era in vacanza da qualche giorno nel nostro paese. Soggiornavano a Rosignano, in Toscana. Mai si sarebbero aspettati una tragedia del genere. In lutto il figlio e il compagno, ma il dolore e lo sgomento hanno colpito anche i bagnanti che hanno assistito alla scena.

Muore tra le braccia del compagno, sotto gli occhi del figlio

La donna, insieme al figlio di 17 anni e al compagno, stavano trascorrendo una giornata al mare, presso la località Spiagge Bianche di Vada. Verso circa metà pomeriggio, però, le acque hanno cominciato a farsi più pericolose. Alzatosi il vento, è scattato l’allarme per due bagnanti, che hanno rischiato di annegare a causa della forte corrente.

In pericolo, però, anche il ragazzino, che stava facendo il bagno in mare. Quando la donna ha alzato gli occhi per controllare la situazione, si è resa conto che anche lui era in difficoltà. Si è quindi lanciata in acqua anche lei, cercando in tutti i modi di riportarlo a riva. Il ragazzino è così riuscito a tornare a riva; la donna, però, complice anche lo sforzo e la fatica, è stata colta da un malore nel giro di poco. Ed è così annegata, sotto gli occhi del compagno e del figlio, che non hanno potuto far niente per salvarla.

Soccorsa tempestivamente da un surfista, che ha praticato a lungo un massaggio cardiaco, i famigliari della turista hanno atteso disperatamente l’arrivo dei sanitari. Giunti sul posto, i soccorritori del 118 sono intervenuti anche con l’eliambulanza Pegaso. Il decesso della donna, però, è stato dichiarato poco dopo, attorno alle ore 18:00.

Alla scena hanno assistito anche diversi bagnanti e sportivi, appassionati di surf e kitesurf. Se le condizioni del mare non fossero state così difficili, forse la donna avrebbe potuto essere salvata. Ad ogni modo, sul posto sono giunti anche gli uomini della Capitaneria di Porto di Livorno. A loro il compito di ricostruire la dinamica dei fatti. Nel frattempo, il sindaco ha lanciato un messaggio ai cittadini, invitandoli alla prudenza: “In questo momento siamo in una fase di avvio della stagione balneare e il Punto Blu non è operativo, per cui è importante che le persone siano prudenti”.