“Rivoglio lo scooter”. Ma lui lo sequestra e lo picchia, denunciato per truffa e lesioni

Denunciato per truffa e lesioni personali un ventiquattrenne. Si era fatto dare con l’inganno del denaro per riparare un motorino.

Ma non solo non glielo ha riconsegnato, quando il proprietario ha chiesto indietro lo scooter lo ha aggredito.

Una vicenda che risale allo scorso marzo, con la Polizia del commissariato di Assisi costretta a intervenire a Bastia Umbra dopo aver ricevuto la segnalazione del furto di un motorino. Un ragazzo aveva raccontato  agli agenti di aver affidato per una riparazione il ciclomotore a un 24enne italiano. Il quale però non glielo aveva restituito. E quando il giovane aveva chiesto nuovamente di riavere indietro lo scooter, il 24enne ha cominciato a picchiarlo. Per l’aggressione il ragazzo ha dovuto ricevere cure nell’ospedale di Assisi.

La vittima ha raccontato inoltre che, a partire dall’agosto 2021, quando ha consegnato il motorino al suo aggressore, aveva dato più volte al 24enne il denaro necessario per eseguire le riparazioni. Ma invano. Malgrado i mesi che passavano e i soldi consegnati, il ragazzo non è riuscito a farsi riconsegnare il mezzo. Finché, all’ennesima richiesta di riaverlo indietro, il 24enne non l’ha aggredito violentemente. A quel punto il giovane si è rivolto alla Polizia. Gli agenti, giunti sul luogo, hanno denunciato il truffatore violento per i reati di truffa e lesioni personali.