Ucraina, G7 condanna attacco russo al centro commerciale di Kremenchuk: “Abominevole crimine di guerra”

I leader del G7 in corso a Schloss Elmau in Baviera hanno condannato l’attacco della Russia al centro commerciale di Kremenchuk.

Nel bombardamento sono morte almeno diciotto persone, circa cinquanta i feriti, tutti civili come le vittime.

Il centro commerciale Amstor di Kremenchuk dopo l’attacco missilistico – Meteoweek

Condanniamo solennemente l’abominevole attacco a un centro commerciale a Kremenchuk. Siamo uniti all’Ucraina nel piangere le vittime innocenti di questo attacco brutale. Gli attacchi indiscriminati a civili innocenti costituiscono un crimine di guerra. Il presidente russo Putin e i responsabili saranno tenuti a renderne conto”. Lo dicono i leader del G7 in una dichiarazione comune.

“Oggi – continuano i leader – abbiamo sottolineato il nostro incrollabile sostegno all’Ucraina di fronte all’aggressione russa, una guerra ingiustificata che imperversa da 124 giorni. Continueremo a fornire sostegno finanziario, umanitario e militare all’Ucraina, per tutto il tempo necessario. Non ci fermeremo finché la Russia non porrà fine alla sua guerra crudele e insensata contro l’Ucraina”.