Il maltempo sta facendo enormi disastri alle coltivazioni

Raccolti allagati oppure spazzati via dal forte vento, grandinate che distruggono i campi e piogge violente e improvvise. Dopo la siccità il maltempo sta distruggendo le campagne soprattutto nelle zone del Nord Italia. 

Coldiretti lamenta delle gravi difficoltà degli agricoltori dovute al maltempo che sta distruggendo le campagne soprattutto nelle zone del Nord Italia. Dopo la crisi scatenata dalla siccità ora ci si mettono pure le tempeste di vento, grandinate, trombe d’aria per non parlare delle enormi e violente precipitazioni che stanno distruggendo i raccolti.

La Protezione civile ha messo sotto attenzione le zone di Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna dove purtroppo si registra anche una vittima, nella zona di Piacenza, deceduta a causa del crollo di un muro della stalla in seguito a una tromba d’aria.

DOPO LA SICCITA’ I TEMPORALI

Alberi abbattuti, allagamenti raccolti devastati, dai vigneti alla frutta, dalla verdura al mais, dal grano al foraggio ma anche serre e tetti scoperchiati e muri di cascine abbattuti sono gli effetti della perturbazione che ha improvvisamente interrotto l’afa e la siccità che stringe di assedio le regioni del Nord” fanno sapere da Coldiretti.

La pioggia è attesa per combattere la siccità nelle campagne ma per essere di sollievo deve durare a lungo, cadere in maniera costante e non troppo intensa, mentre i forti temporali, soprattutto con precipitazioni violente provocano danni poiché i terreni non riescono ad assorbire l’acqua che cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento provocando frane e smottamenti” conclude una nota dell’associazione.