Lo beviamo tutti i giorni, ma non ne conosciamo gli effetti

Una tazzina di caffè da bere da soli o in compagnia è uno dei riti tipicamente italiani. Ma quali sono i benefici di quest’abitudine?

Non siamo però solo noi italiani a consumare grandi quantità di caffè. Nel mondo è una bevanda molto popolare. Si ottiene dalla macinazione di semi del caffè la cui origine potrebbe essere collocata in Etiopia.

Per quanto riguarda il consumo, nelle persone che godono di buona salute, solitamente si indicano non più di 4 tazzine al giorno. Consumare una tazza di caffè in compagnia di amici e colleghi ha valore anche sociale, rappresenta infatti un importante momento di aggregazione. Tanti poi lo trovano indispensabile per digerire dopo un buon pranzo.

Caffè: tra dipendenza e non

Per quanto riguarda l’eventuale pericolo di dipendenza questo argomento è al centro di diversi dibatitti. Non ci sarebbe dunque un rischio di dipendenza a livello patologico, ma sembra che nel tempo si attivi una tolleranza a questa sostanza.

A ogni modo non a tutte le persone è consigliato bere caffè, per esempio le donne incinte dovrebbero assolutamente moderarsi, così pure chi soffre di acidità gastrica e anche chi soffre di pressione alta. Inoltre dovrebbe fare attenzione chi soffre di insonnia o ha vampate di calore. Alla fine però molto dipende dalla quantità, come tante altre sostanze non bisogna abusarne.

Gli effetti sulla salute e sul cervello: tutto quello che c’è da sapere

  • migliora le funzione cerebrali: aiuta a sentire meno la stanchezza e ad aumentare la propria energia, inoltre secondo alcuni studi migliora l’umore e le funzioni cognitive. Per esempio uno studio dell’Università di Minho ha dimostrato gli effetti benefici del caffè sulla connettività
  • salute: diminuisce il rischio di diabete di tipo 2, con tre o quattro tazzine al giorno si riduce questa probabilità del 25%, tumori (fegato e al corpo dell’utero) e malattie cardiovascolari, aiuta anche a prevenire Alzheimer e il morbo di Parkinson consumando 3 o 4 tazzine ogni giorno si riducono i rischi di queste ultime malattie del 20%.
  • favorisce il dimagrimento: la caffeina stimola l’utilizzo dei grassi a scopo energetico, aumentando le calorie bruciate, inoltre promuove il senso di sazietà
  • ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie: per quanto riguarda la prima bisogna fare attenzione, perché aggiungendo il latte si diminuiscono le proprietà antiossidanti
  • funzione analgesica: come supporto quando si assumono antidolorifici