Conto cointestato e conto semplice: i nuovi controlli con l’algoritmo sono una stangata doppia

I conti correnti degli italiani sono nel mirino del fisco.

Infatti l’Agenzia delle Entrate punta a combattere con forza l’evasione fiscale. L’evasione fiscale in Italia porta via dalle casse dello Stato letteralmente una montagna di soldi.

Pixabay

Ma le casse dello Stato sono in una condizione disastrata e con l’avvicinarsi della recessione è veramente fondamentale combattere la piaga dell’evasione fiscale.

I nuovi algoritmi

Se è vero che alle volte l’Agenzia delle Entrate si accanisce con dei soggetti che non riescono a pagare semplicemente perché sono nei guai, è vero anche che ci sono grossi evasori che grazie all’evasione fiscale guadagnano tantissimo denaro.

Pixabay

Evasori fiscali e riciclatori di denaro sporco, sono nel mirino dell’agenzia delle entrate ed è proprio grazie ai nuovi strumenti informatici che questi soggetti possono essere stangati. Vediamo allora i nuovi controlli sui conti correnti e soprattutto sui conti contestati. Oggi sono proprio i conti cointestati a essere maggiormente nel mirino del fisco. Per una famiglia avere un conto cointestato è sicuramente molto comodo. Infatti prima di tutto si pagano i costi di gestione di un solo conto e non di due.

I controlli sui conti cointestati

Questo in questo periodo è un grosso vantaggio perché i costi di gestione della banca sono aumentati veramente tanto. Oltre a questo vantaggio c’è anche il vantaggio di avere le entrate e le uscite sempre sotto controllo su un unico conto. Però per l’Agenzia delle Entrate il conto cointestato può essere anche uno strumento per riciclare danaro sporco oppure trasferire denaro illecitamente. Proprio gli evasori fiscali utilizzano molto strumenti come questi e quindi l’Agenzia delle Entrate fa partire i nuovi penetranti controlli. I nuovi controlli si basano sulla cosiddetta super anagrafe dei conti correnti.

Chi rischia

Si tratta di uno strumento molto potente che monitora gli spostamenti di denaro sia sul conto corrente che sul bancomat che sulla carta di credito. Con la super anagrafe dei conti correnti e soprattutto con la nuova intelligenza artificiale vera tutto ciò che non quadra sul conto corrente contestato ma anche sul conto semplice viene immediatamente attenzionato. Il rischio è che operazioni anche assolutamente banali possano far scattare gli allarmi di questa intelligenza artificiale e possano far partire i controlli anche ai danni dei cittadini onesti. Abitudini strane di prelievo al Bancomat ad esempio possono far scattare questi controlli. Ma anche un utilizzo anomalo del conto cointestato può far scattare controlli del genere. Ma è vero anche che in una famiglia è assolutamente normale che magari uno dei due versi di più mentre l’altro consumi di più.