DAZN due nuove offerte di abbonamento per godersi la Serie A ’22/’23: ora lo spettacolo è per tutti

In attesa del Consiglio di Amministrazione di TIM e un accordo attualmente non pianificato con DAZN per campionato di Serie A di cui la piattaforma in streaming londinese ne detiene i diritti (tutte e dieci le partite in esclusiva a giornata, di cui solo tre in co-esclusiva con Sky) arrivano due offerte per nuovi e vecchi abbonati.

DAZN calcio 20220803 tech
DAZN, nuove offerte sul calcio – MeteoWeek.com

I nuovi piani di abbonamento, per la stagione 2022-2023, consentiranno a tutti i tifosi o semplici appassionati di personalizzare la propria esperienza di visione del ricco catalogo di eventi e contenuti sportivi, live e on demand, disponibili sulla piattaforma di streaming.

Sono due diverse tipologie di sottoscrizione per gli abbonati e non, con costi e funzionalità differenziati a seconda dell’alternativa scelta, non cumulabili ovviamente uno con l’altro.

DAZN, piano standard e piano Plus: come funzionano

DAZN Sports 20220803 tech
DAZN Sports – MeteoWeek.com

Il primo si chiama piano standard, grazie al quale si potrà guardare in contemporanea gli eventi live trasmessi o i contenuti on demand su due dispositivi registrati, purché siano connessi entrambi alla stessa rete internet della propria abitazione. “Ad esempio – precisa DAZN – un convivente connesso da casa via Smart TV e uno tramite smartphone, entrambi collegati alla stessa rete internet della propria abitazione” Una mossa che non farà felici tutti quelli che erano soliti dividersi l’abbonamento e risparmiare, pur non vivendo in pratica sotto lo stesso tetto.

Questa tipologia di abbonamento permette di registrare l’App DAZN su al massimo due dispositivi e di utilizzare il servizio DAZN in mobilità, ma non mentre viene utilizzato l’altro dispositivo registrato. Il suo costo è di 29,99 al mese, con possibilità di disdirlo in qualsiasi momento, senza pagare costi aggiuntivi.

Il secondo si chiama piano Plus e come dice la parola stessa, va più su. In tutti i sensi, sia dal punto di vista dei dispositivi registrati sia, naturalmente, per il prezzo. L’abbonamento consentirà di guardare in contemporanea gli eventi live trasmessi o i contenuti on demand su due dispositivi registrati, anche in luoghi differenti “ad esempio, un membro del nucleo domestico dell’abbonato connesso da casa e il cliente connesso da un luogo diverso”. Un alzamento del costo per quegli amici o semplici conoscenti che prima di smezzavano il prezzo dell’abbonamento e adesso dovranno pagare 39,99 euro per vedere ciò che l’anno scorso costava molto, molto, meno. Tant’è.

Il piano PLUS permette di registrare fino a un massimo di sei dispositivi all’applicazione DAZN e di utilizzare il servizio DAZN in mobilità, con contemporaneità della visione. Tutto questo aspettando le novità che usciranno fuori dal CdA di Tim e al netto di eventuali accordi di DAZN con Sky, o altre piattaforme. Meglio aspettare prima di prendere decisioni affrettate.

FONTE