Suv fuori controllo piomba in stabilimento balneare: terrore tra i bagnanti

Attimi di panico a Forte dei Marmi (Lucca), all’interno di uno stabilimento balneare. Una donna:«Per fortuna nessuno era sotto la pergola, sarebbero tutti morti»

Dramma sfiorato in uno stabilimento balneare di Forte dei Marmi, in provincia di Lucca. Un suv, alla cui guida c’era una donna, è andato a finire all’interno del bagno Piero, colpendo una veranda in cui sono soliti pranzare i clienti.

Suv fuori controllo-meteoweek.com

La conducente è stata condotta in nosocomio per via di diversi traumi riportati, ma non rischierebbe la vita. Oltre a lei, non ci sono feriti. Ma il terrore è stato grande nello stabilimento balneare, che di solito è frequentato da personaggi del panorama dello spettacolo e dello sport.

L’episodio è occorso verso ora di pranzo. La donna che guidava il suv, un Land Rover, avrebbe perso il controllo del veicolo (che aveva targa straniera) scambiando il freno per l’acceleratore ed è andata a finire a velocità sostenuta nello stabilimento, distruggendo l’area in cui ci sono le cabine e fermandosi definitivamente sull’arenile. Ma prima ha devastato una grossa tenda con tavoli in cui i clienti pranzano e dove le persone trovano riparo dal sole. La donna non è riuscita a frenare il suv. A frenare l’auto ci ha pensato la sabbia, e le persone sono accorse per capire cosa fosse accaduto, spaventate.

Tante persone si sono riunite attorno al Land Rover, mentre la donna era ferita e confusa, era soccorsa. L’hanno poi trasportata in ospedale in barella, mentre i carabinieri hanno iniziato ad ascoltare le prime testimonianze sulla vicenda.

Nel frattempo, si iniziano a contare i danni: cabine devastate, tetti di tegole delle strutture hanno ceduto, devastato il tendone con i tavoli, ma pure le fioriere.

La testimone:«Sarebbero morti tutti»

Le persone che erano lì presenti hanno immediatamente contattato i soccorritori: in loco sono arrivate le ambulanze per controllare lo stato in cui era la donna, poi accompagnata in nosocomio, e i carabinieri.

Si è quindi provveduto a transennare la zona. «Ha tirato giù la pergola, l’ha sfasciata, è finita là con la macchina», ha detto una testimone che si riferiva ad una parte di spiaggia accanto a un gazebo. «Per fortuna non c’era nessuno sotto, sennò erano morti, tutti. È partita da qua con l’acceleratore, sembrava che non avesse più frenato. Una cosa tremenda», ha proseguito, spaventata.