Preservativo femminile: è valido come quello maschile, ecco tutti i pro a suo favore

Il preservativo femminile è un metodo di contraccezione che funziona da barriera, come l’equivalente maschile. Ma come si usa e quali sono i suoi vantaggi?

E’ meno conosciuto della versione maschile e viene chiamato anche femidon, ma è un sistema di contraccezione non ormonale valido per evitare gravidanze indesiderate.

E’ bene essere a conoscenza anche di questa opzione, cioè del preservativo femminile, per fare scelte più consapevoli. Inoltre, in questo modo, le donne possono gestire autonomamente la propria protezione, oltre che da gravidanze indesiderate, anche da malattie sessualmente trasmissibili. Ecco come funziona.

Preservativo femminile: com’è fatto e come si usa

Il preservativo femminile è in commercio, in Europa, dal 1993, ma nel nostro Paese non è molto conosciuto, lo si può però trovare in farmacia e anche, comodamente, online. Com’è fatto? Si tratta di un cilindro in lattice che presenta due anelli flessibili alle estremità. Quello esterno rimane fissato fuori dalla vagina, mentre quello interno, che è chiuso, va spinto bene in fondo.

Prima di indossarlo è bene avere le mani ben pulite e aprire la confezione senza usare forbici e strumenti taglienti. Per inserirlo dovete trovare la posizione più adatta e confortevole. Durante le prime applicazioni potreste sentire un leggero fastidio.

Una volta terminato il rapporto bisogna afferrare saldamente l’anello esterno e girarlo su se stesso sfilandolo. Si consiglia di lubrificarlo prima dell’uso con lubrificanti a base d’acqua e grassa, inoltre non va adoperato insieme a quello maschile.

Preservativo femminile: tutti i vantaggi

  • può essere inserito nella vagina alcune ore prima del rapporto (fino a 8) e questo consente di non interrompere il rapporto
  • non necessita di prescrizione medica, diversamente dai contraccettivi ormonali e, naturalmente, non ha le loro controindicazioni
  • ci sono varianti in nitrile e poliuretano, ottime per le donne allergiche al lattice
  • può essere utilizzato in ogni posizione sessuale, anche in caso di rapporti anali, togliendo l’anello interno
  • aumento del piacere grazie all’anello interno che stimola i genitali dell’uomo e della donna
  • si può usare durante il ciclo mestruale
  • è più solido del preservativo maschile e si rompe meno facilmente
  • ha la stessa funzione di diaframma, pillola e spirale, ma i costi sono più contenuti
  • rimane in posizione anche qualora l’uomo perdesse l’erezione
  • coprendo i genitali esterni blocca la trasmissione dell’herpes genitale
  • non ha effetti collaterali e non ha conseguenze sulla fertilità