Governo blocca cessione del credito e sconto in fattura e con direttiva case green è un guaio

Lo stop sui bonus casa unito alla tremenda direttiva case green spaventa le famiglie: i lavori saranno insostenibili.

La casa degli italiani sta diventando una vera e propria bomba. Non solo il mutuo aumenta continuamente a causa degli aumenti della BCE, ma la direttiva case green costringerà anche gli italiani a fare opere di efficientamento energetico tremendamente costose. Come se non bastasse arriva anche la gelata del governo su cessione del credito e sconto in fattura. Davvero la casa sta diventando un incubo per gli italiani.

Stop cessione del credito e direttiva UE
Stop cessione del credito e direttiva UE / MeteoWeek

Lo stop del governo su cessione del credito e sconto in fattura è veramente qualche cosa che non ci voleva. Infatti da quando si è saputo della direttiva europea case green le famiglie hanno sperato proprio in qualche genere di aiuto statale per riuscire a mettere in campo le opere di efficientamento energetico costosissime chieste dell’Unione Europea.

La direttiva è una stangata tremenda sulle famiglie

Infatti l’Unione Europea ha chiesto proprio di aumentare la classe energetica degli appartamenti entro il 2030 e poi ci saranno tanti altri step per arrivare alla classe A entro il 2050. Si tratta di lavori tremendamente costosi per le famiglie e troppe famiglie non riusciranno a metterli in campo. Proprio per questo si è parlato con insistenza di forti aiuti statali.

Ma oggi che il governo svela di non trovare i soldi nemmeno per l’attuale limitatissimo superbonus, si capisce che quella degli aiuti statali per la direttiva case green era soltanto una favola o una pia illusione. Sostanzialmente i costosissimi lavori richiesti dall’Europa le famiglie se li dovranno pagare da soli anche se è chiaro che tante non hanno i soldi per farlo.

Lo stop del governo fa capire che non ci sarà nessun aiuto pubblico

Proprio lo stop del governo a cessione del credito e sconto in fattura dimostra come l’illusione di poter avere i soldi pubblici dall’Italia o dall’Europa per far fronte all’esborso imposto dalla direttiva case green fosse qualche cosa di assolutamente irrealistico. Quindi oggi vediamo la direttiva case green per quello che è realmente: vale a dire una vera e propria bomba sulla casa degli italiani.

Stop cessione del credito e direttiva UE
Stop cessione del credito e direttiva UE / MeteoWeek

Teniamo presente che il superbonus era sicuramente una grande spesa per lo stato ma era proprio nulla rispetto al teorico bonus necessario per far fronte alla direttiva case green. Quindi la mossa del governo oltre a terrorizzare le famiglie e ad essere una vera e propria mazzata per il settore dell’edilizia, in prospettiva terrorizza anche tutti in merito a quello che si dovrà fare sui lavori di efficientamento energetico.

Come dovranno fare le famiglie?

Oggi è il settore dell’edilizia protestare vivacemente per la scelta del governo ma un domani saranno tutte le famiglie quando dovranno mettere in campo i lavori di efficientamento energetico e non avranno i soldi per farlo. Secondo molti osservatori del mondo dell’edilizia, la maggior parte delle famiglie non ha ancora messo a fuoco l’entità della stangata della direttiva unita alla mancanza di soldi sul bonus. Ma quando arriverà il momento di mettere in campo i terribili lavori la tensione potrebbe essere altissima.