Home News Assurdo a Cava de’ Tirreni, sparatoria al pronto soccorso: ferite due persone

Assurdo a Cava de’ Tirreni, sparatoria al pronto soccorso: ferite due persone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:32
CONDIVIDI

Momenti di panico vissuti all’ospedale “Santa Maria dell’Olmo” di Cava de’ Tirreni. Nella giornata di ieri è avvenuta una sparatoria all’interno del pronto soccorso, che ha portato al ferimento di due persone.

Protagonisti dell’atto di violenza sono stati due infermieri, padre e figlio, che hanno accompagnato il nonno in ospedale, tentando di bypassare la fila d’attesa. Il medico di turno si è però opposto, invitando i due infermieri a rispettare la fila. Di lì parte una lite con insulti e spintoni, con il dottore che viene così aggredito.

Ad inasprire la situazione ci ha pensato il papà del medico di turno – presumibilmente avvertito – che si è precipitato in ospedale. Nel piazzale del Santa Maria dell’Olmo, dopo un’ulteriore discussione, l’uomo ha estratto la pistola e ha sparato alle gambe di uno degli infermieri (il padre, ndr) che avevano scaturito la lite.

Cava de’ Tirreni sparatoria al pronto soccorso, il padre del medico spara ad un infermiere

L’anziano signore si è poi dato alla fuga, durata solo pochi metri grazie all’intervento del figlio del gambizzato. Il quale lo ha raggiunto e, al termine di una colluttazione, ha sparato a sua volta, colpendo il papà del medico alla caviglia. Entrambi i feriti sono stati immediatamente trasportati in sala operatoria. Sulla dinamica indagano i carabinieri della locale tenenza di Cava de’ Tirreni e i poliziotti del locale commissariato.

Per restare sempre aggiornati, rimanete connessi con MeteoWeek

Il commento dell’azienda ospedaliera

In una nota l’azienda ospedaliera Ruggi, di cui fa parte il l’ospedale di Cava de’ Tirreni, ha commentato i fatti: “In riferimento all’episodio occorso presso il Presidio Ospedaliero Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni, l’azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno attende l’esito delle indagini in corso da parte dell’Autorità Giudiziaria, precisando che la Direzione Commissariale ha prontamente attivato il servizio ispettivo aziendale“.