Dramma all’Ospedale di Patti a Messina, donna muore durante il parto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:55

Una donna è morta durante il parto. Dramma vissuto a Patti, in provincia di Messina.

donna morta parto

Una tragedia ha scosso la comunità di Patti (nel messinese, ndr) nelle scorse ore. Una donna di 38 anni, Angelina Pintaudi di Sant’Angelo di Brolo, è deceduta mentre tentava di dare alla luce suo figlio. Secondo quanto ricostruito, la signora era nel pieno delle fasi del parto naturale, ma durante una delle spinte si sarebbe sentita male. Dopodiché la perdita di sensi e la morte. Mentre cercavano di rianimarla i medici hanno fatto nascere il piccolo. Le prime ipotesi parlano di una complicazione dovuto ad un arresto cardiaco che hanno stroncato la vita della 38enne.

Dopo la tragedia i familiari della donna hanno chiamato la polizia, che è immediatamente intervenuta all’ospedale di Patti. Il direttore sanitario dell’Asp di Messina, Domenico Sindoni, ha fatto sapere di aver avviato un’indagine interna per capire cosa sia successo: “Al momento posso solo esprimere tutto il nostro profondo dispiacere per la morte della paziente“. La signora Angelina lascia il marito e anche un’altra figlia di soli 3 anni (nata anche lei da parto naturale, ndr).

Per restare sempre aggiornato, rimani connesso su Meteoweek

Donna morta durante il parto, il commovente ricordo della scuola che aveva fondato

La tragica notizia si è velocemente sparsa tra le persone della comunità di Sant’Angelo di Brolo. Angelina Pintaudi era molto conosciuta anche per la sua attività di violinista. In queste ore ci sono tanti ricordi della donna sui social. Particolarmente commovente quello apparso sul profilo della pagina Facebook della Scuola Civica di Musica ‘Mario Aspa‘:

“Il dolore attanaglia tutti i mostri cuori per la scomparsa della collega Angelina Pintaudi. Non esistono parole idonee per poter esprimere tutto il nostro cordoglio. Angelina…una co – fondatrice della nostra scuola, una collega esemplare, una sensibilissima artista, una grande didatta e soprattutto una grande sorella, una grande donna. La nostra gratitudine Angelina, dei colleghi e degli allievi che hai saputo curare con grande professionalità e amore, GRAZIE. Suonerai ora nell’orchestra del paradiso, canterai nel coro degli angeli e farai lezione a tutte le sante anime che il Signore affiderà alle tue cure. Avremo molto da imparare dalla tua umiltà e dalla tua incondizionata disponibilità. Grazie Angelina e…arrivederci”.

DI SEGUITO IL POST: