Venezia emergenza acqua: due morti e danni irreparabili alla Basilica | VIDEO

A Venezia è emergenza a causa del maltempo che ha provocato una marea da record. Due persone sono decedute nell’isola di Pellestrina

Venezia è emergenza, marea da record: due morti nell'isola di Pellestrina - meteoweek
Venezia è emergenza, marea da record: due morti nell’isola di Pellestrina – meteoweek

La città è messa in ginocchio da un’acqua alta da record di 187 centimetri. Marea seconda soltanto ai 194 centimetri raggiunti con l’alluvione del 1966. Ci sono stati due morti nell’isola di Pellestrina. Si tratta di un’anziato di 70 anni, Giannino Scarpa, che è rimasto fulminato mentre cercava di far ripartire le elettropompe nella sua casa allagata. Un altro deceduto, abitante dell’isola, è stato trovato morto nella sua abitazione, probabilmente per cause naturali.

leggi anche–> Perché la marea di Venezia è stata così imprevedibile

clicca qui–> Cambia il segnale digitale: 18 milioni di famiglie dovranno cambiare il televisore

Le dichiarazioni del sindaco Luigi Brugnaro

Intanto Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia, mercoledì mattina, dopo un sopralluogo della città ha parlato “di centinaia di migliaia di euro” di danni. Ansia e disagi tra la popolazione a causa dell’alta marea che non scende, anzi l’acqua si accumula da martedì sera. Nella notte sono stati 170 gli interventi dei vigili del fuoco, impegnati a soccorrere in prevalenza anziani e disabili. A questi interventi, si sono aggiunti quelli per gli incendi causati da cortocircuiti, che sono stati spenti dai vigli del fuoco, compreso quello che si è verificato al Museo di Arte Moderna e Orientale Ca’ Pesaro, dove, per fortuna, non ci sono stati danni alle opere. Altro intervento nella cripta – dove riposano i patriarchi – che si è riempita, proprio come nell’alluvione del ’66.

Il premier Giuseppe Conte e il ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli si recheranno a Venezia nel primo pomeriggio.

 

clicca qui–> Meteo Venezia domani giovedì 14 novembre: rovesci in serata