Provenza: la regione dei tesori nascosti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:32

Se il freddo ti sta piegando nello spirito, se il lavoro ti sta stressando all’inverosimile, sei approdato nell’articolo giusto: è venuto il momento di parlare di ferie e di viaggi ma soprattutto di leggere di uno dei tesori, spesso poco battuti, d’Europa.

Provenza la regione dei tesori nascosti – meteoweek.om

Provenza: informazioni utili prima di partire

La Provenza è una regione che si trova nel sud della Francia; il momento migliore per visitarla è la primavera, momento in cui esplode in tutti i suoi colori ed odori; molto piacevole è anche d’estate, potendo, in questo caso, sfruttare la vicinanza alla Costa Azzurra e approfittare del mare; tuttavia molti vi si avventurano anche d’inverno, grazie al clima mite che favorisce una buona esplorazione anche al sopraggiungere del freddo. La moneta è l’Euro: non necessiti, dunque, di alcun cambio. Meteoweek consiglia di dedicarsi alla regione battendo il territorio on the road, affittando la macchina o partendo con la propria dall’Italia.

All’andata

Ci sono moltissimi modi per arrivare in Provenza, quello che consigliamo è di approfittare della vicinanza della Costa Azzurra alla Corsica per goderti qualche giorno sulla selvaggia isola francese. Parti, dunque, dall’Italia: da Livorno o da Genova prendi un traghetto che ti porterà a Bastia dove resterai per alcuni giorni e di nuovo alla volta di Tolone. In poco più di un’ora sarai a Grassa, la prima tappa del tuo bellissimo viaggio in Provenza.

Provenza e Francia del sud: itinerario on the road

Grassa: la città del profumo

Grasse, più conosciuta come Grassa, si trova nelle colline a nord di Cannes. È famosa per la storica industria della profumeria, patrimonio celebrato nel Musée International de la Parfumerie. Il museo, molto grande in verità, si trova in centro città è l’attrazione principale della città e un’ottima occasione di svago sia per adulti che per bambini. La piccola cittadina è costellata di grandi profumerie, come Fragonard, Molinard e Galimard, che offrono tour e contribuiscono a cololarne la dimensione quasi onirica in cui sembra immersa. La cattedrale, ex cattolica romana contiene molti dipinti, tra cui alcuni di Rubens.

Gorges du Verdon: per chi ama l’avventura

Dopo un inizio così romantico, avrai sicuramente bisogno di un po’ di azione e in questo le Gole di Verdone corrono in tuo aiuto: di una bellezza indescrivibile con le parole questo canyon è a tutti gli effetti una delle mete più battute della zona. Molte organizzazioni prevedono attività di vario genere (dal canyoning al rafting, dalle passeggiate all’acqua trekking) in grado di soddisfare anche i gusti più difficili e gli amanti della vita tranquilla. Non lasciarti sfuggire questa occasione unica di incanto e di avventura!

Valensole: la bellezza dei colori della Provenza

Tappa obbligata per beneficiare degli effetti curativi ed ipnotici della lavanda: Valensole è la città che precede l’omonimo altopiano, protagonista di tutte le foto dedicate alla regione. La città è piccola ma molto caratteristica; sulla piazza principale, in una deliziosa boulangerie viene servito un gustosissimo gelato alla lavanda che ti consigliamo vivamente di provare!

Avignone e Nimes: i tesori del Sud della Francia

Avignone e Nimes sono le città più grandi e famose della Provenza: l’una celebre per i monumenti dedicati all’egemonia papale, l’altra per un’arena che, con difficoltà, dobbiamo ammetterlo, nonostante sia straordinariamente simile al Colosseo ha una sua identità autonoma e una sua imparagonabile bellezza. Suggeriamo di regalarvi del tempo per salire sui campanili di entrambe le città e di godervi il panorama dall’alto: non ve ne pentirete di certo!

Arena di Nimes: cos'è

Camargue: natura selvaggia e bellezza non convenzionale

Giunti ormai alla fine di questo viaggio on the road, abbandona per un momento la macchina e affidati all’ufficio del turismo locale per organizzare un escursione in Camargue. Si tratta di una zona umida a sud di Arles, in Francia, fra il Mar Mediterraneo e i due bracci del delta del Rodano. Famosa per il riso ma anche per essere dimora di più di 400 specie di uccelli, con gli stagni di acqua salata che forniscono uno dei pochi habitat europei per il fenicottero rosa, la Camargue permette di entrare in contatto con tantissimi animali che hanno il privilegio di vivere in selvaggia libertà. Un safari fotografico sotto il cielo d’Europa che difficilmente potrai dimenticare!

Al ritorno

Con la Provenza impressa nel cuore ci lasciamo il Sud della Francia alle spalle per goderci gli ultimi giorni della vacanza nella capitale Francese e poi superata anche Parigi attraversiamo il confine in macchina per raggiungere casa!