5 Mete raggiungibili solo in barca

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:59

L’estate è per alcuni il periodo più bello dell’anno, ma per molti può essere il più traumatico: code interminabili come le ore passate nel traffico lungo la strada che porta ad una spiaggia affollatissima, il caldo rovente ancora meno sopportabile, il tentativo di trovare sollievo in un mare inquinato e pieno di individui urlanti dei quali a quanto pare l’unico intento è quello di rovinare i nostri unici 15 giorni di libertà.

E pensare che mentre cerchi di placare i nervi spalmandoti la protezione solare in questa ressa infernale, non troppo lontano esistono posti magici appena conosciuti, dove il traffico non esiste perché non ci sono strade a collegarli al resto del mondo, dove gli unici spazi affollati sono i boschi ma affollati di alberi e fiori selvatici, e dove la pace e la tranquillità regnano sovrane.

mete-raggiungibili-in-barca-vela

Tutto vero, per fortuna il nostro pianeta, sebbene in numero sempre minore, conserva ancora molti luoghi remoti e difficilmente accessibili. Vieni a fare un giro con noi in questi 5 paradisi raggiungibili solo in barca.

Isola di La Graciosa – Spagna

Esiste opzione migliore per chi cerca un break dal caos cittadino di un posto dove il cemento e l’asfalto non esistono?

Una formichina nel complesso delle Canarie, a nord di Lanzarote, vi colpirà per le sue spiagge bianche e per la quasi totale assenza di civilizzazione. Fu proprio su queste strade sabbiose che Robert Louis Stevenson venne in mente quel gioiello di “L’Isola del Tesoro”, e a buon merito. I tesori li troverete e come! Basti guardare a spiagge suggestive e incontaminate come Playa de Las Conchas e Playa de la Cocina. O ai graziosissimi paesini portuali, La Caleta de Sebo e La Casas de Pedro Barba.

Isola di Sa Dragonera – Spagna

Questa isola spagnola prende il nome dalla sua forma caratteristica che ricorda il corpo di un drago. Antica sede di pirati di fama, come il celeberrimo Barbarossa, che erano soliti farvi ristoro prima delle loro incursioni a Maiorca e Minorca, presenta una conformazione naturale varia e particolare: da pareti inaccessibili a picco sul mare a comode calette e spiagge riservate.

Dal porticciolo di Es Lladò potrete partire per l’avventura in uno dei molti percorsi naturalistici disponibili o delle molte possibilità baleneari. Le gite organizzate partono da molti porti vicini tra i quali Port d’Andratx, Camp de Mar, Paguera e Sant Elm. Ma non sottovalutate però l’opzione di andare in autonomia, magari noleggiando una barca a vela salpando soli e indisturbati verso questo piccolo paradiso.

Skelling Michael – Irlanda

Allontanandosi geograficamente dal mediterraneo cambierà pure la conformazione naturale dei luoghi, e così la tipologia di spettacolo naturale di cui i viaggiatori più avventurosi potranno godere. Lungo la costa sud occidentale dell’irlanda si trova l’isolotto più inaccessibile di questa nazione, antica sede di monaci cristiani che cercavano nella natura selvaggia un ascetismo più radicale.

Prenotando in tempo al porto di Portmagee, potrai essere uno dei pochissimi viaggiatori a cui è consentito visitare gli igloo di roccia viva nei quali vivevano i monaci, ma solo dopo aver percorso 670 scalini a picco sul mare, risalenti al XII secolo e tutt’oggi completamente invariati.

Occhio però alla disponibilità: pochi luoghi infatti come Skelling Michael sono stati “preda” del cosiddetto cineturismo. È infatti proprio tra queste rocce scoscese che Luke Skywalker ha trovato un degno nascondiglio negli ultimi episodi: Il Risveglio della Forza e Gli Ultimi Jedi. La gran mole di fan di Star Wars che ogni giorno vogliono rivivere le scene dei film, rende obbligatoria la prenotazione con largo anticipo.

Cala Luna – Italia

Vi ricordate quel gran cult del cinema italiano anni ‘70 firmato Wertmüller “Travolti da un insolito destino”? Non avete pensato anche voi che alla fine a Giancarlo Giannini non era andata poi tanto male ad essere costretto con Mariangela Melato in quel paradiso naturale? Ebbene si trattava proprio di Cala Luna.

Mezza verità: questa baia sarda, caratterizzata dalla sua forma a falce ed elevata a simbolo della Sardegna orientale, è raggiungibile anche tramite un lungo sentiero escursionistico; passando dal mare tuttavia si avrà accesso a una visuale inedita e sorprendente. La spiaggia dorata al centro della cala è protetta efficacemente dalle ripide pareti che ne caratterizzano la conformazione, interrotte soltanto da grotte anch’esse suggestive. Se volete anche voi lasciarvi travolgere da un insolito destino in questi azzurrissimi mari, scegliete la vostra barca e salpate!

Isola di Galesno – Croazia

Chiudiamo questa breve rassegna con un finale da romanzo rosa: si tratta dell’isola di Galesno, anche conosciuta come “l’Isola dell’Amore” a causa della sua caratteristica forma a cuore. Vedere per credere: viaggiando nel canale di Pasman da google maps, sarà difficile non notarla. Scoperta verso gli inizi del XIX secolo dal cartografo di Napoleone Bonaparte, l’isola è completamente incontaminata, perfetta per un’immersione senza riserve nella natura tra piscine naturali e cale di sassi immacolati.

Purtroppo chi può le isole le acquista, ed è stato proprio questo il destino di Galesno, comprata da un privato facoltoso, chissà forse come prova di eterno amore alla sua dolce metà. Sta di fatto che a noi comuni mortali non è più possibile visitarla.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui