L’Istat lancia l’allarme asili: mancano posti e quelli che ci sono costano troppo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:42

Gualtieri: “Con il nuovo assegno fino a 3.000 euro molte famiglie potranno affrontare questa spesa, e con investimenti da 2,5 miliardi aumenteranno i posti”.

mancano posti negli asili

“I dati Istat confermano: mancano posti negli asili nido e quelli disponibili pesano sul bilancio delle famiglie. Domenica scorsa il ministro Gualtieri si è scontrato sull’argomento con Matteo Salvini e oggi ha commentato su twitter i nuovi dati Istat sull’offerta di servizi socio-educativi per la prima infanzia.

LEGGI ANCHE>>>Genova, maestre fanno disegnare sardine per la manifestazione ai bambini dell’asilo

Dati che confermano come l’Italia sia ancora lontana dagli obiettivi europei sul fronte dei posti disponibili e dell’accessibilità per tutte le famiglie: soltanto il 25% dei bambini riesce a frequentare e il costo medio è salito a 2mila euro, cosa che lascia fuori almeno il 12,4% dei piccoli.

calano i posti nei nidi
Il Ministro Gualtieri

Nell’anno scolastico 2017/2018 secondo l’Istat erano attivi sul territorio nazionale 13.145 asili comunali. I posti disponibili – di cui il 51% pubblici – coprono il 24,7% dei bambini con meno di 3 anni. La percentuale, pur in lieve aumento, è ancora sotto il parametro del 33% fissato nel 2002 dall’Ue per il 2010. Per questo il report giudica “ancora insufficiente” la dotazione di asili nido.

POTREBBE INTERESSARTI>>>Manovra: riunione fiume per approvare gli emendamenti cardine, le novità

Inoltre, è forte l’eterogeneità sul territorio: in Valle d’Aosta hanno un posto disponibile 47 bambini su 100, in Campania meno di 9. Altro problema è il costo: il carico medio che deve sostenere una famiglia per il servizio di asilo nido, pari a 1.570 euro nel 2015, è salito a 1.996 euro del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui