Ancona, donna completamente nuda in chiesa: “Se mi toccate vi denuncio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:41

Un curioso episodio ha caratterizzato la messa di Santa Lucia nella chiesa in provincia di Ancona. La protagonista di questa vicenda a dir poco bizzarra è una donna di 30 anni.

Donna Nuda Ancora – meteoweek.com

Una donna  ha dato scandalo in chiesa, a Sirolo: è entrata nell’edificio sacro completamente nuda, sfidando anche la temperatura piuttosto rigida al momento della sua irruzione. Non contenta del fatto di non avere letteralmente nulla addosso, la donna si è recata ai piedi dell’altare, simulando una preghiera. Tutte le persone che hanno provato a intervenire, compresi coloro che stavano officiando la cerimonia, non sono riusciti a tenere a bada la 30enne. E come se non bastasse, la donna ha iniziato a urlare in maniera belluina, quasi demoniaca.

Leggi anche -> Trovato morto 48enne in casa, Vigili del Fuoco sfondano porta per l’allarme della compagna

In primis, a provare a placare la protagonista dell’atto osceno sono stati il parroco e persino il sindaco di Sirolo. Quest’ultimo era presente alla cerimonia insieme al gruppo corale e strumentale “Città di Sirolo”, i cui componenti si stavano occupando di animare il rito sacro. Tuttavia, l’attenzione è ben presto caduta sulla donna, la quale ha respinto ogni tentativo messo in atto per coprire le sue nudità. Quindi si è ritenuto necessario l’intervento da parte dei soccorritori del 118, chiamati in maniera opportuna da alcuni fedeli presenti all’interno della chiesa. Alla loro vista, la 30enne ha iniziato a dimenarsi e a urlare dimostrando – qualora ce ne fosse bisogno – il suo evidente stato confusionale.

donna nuda – meteoweek.com

Così, ai soccorritori si sono aggiunti i carabinieri del commando di Sirolo, i quali sono intervenuti per dar man forte ai medici. La donna è stata bloccata dagli agenti e in seguito sedata dagli uomini del 118. Dopodichè è stata trasportata sull’ambulanza dove le è stato praticato il Trattamento Sanitario Obbligatorio. Ovviamente, la cerimonia di Santa Lucia è stata dapprima sospesa e poi annullata, in modo da consentire il deflusso dei fedeli dalla chiesa per lasciare i soccorritori e i carabinieri alle prese con la donna. L’autrice del gesto inconsulto è attualmente ricoverata presso l’ospedale di Torrette, dove resterà sotto osservazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui