Trump, impeachment: richiesta audizione per John Bolton

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:09

Usa: nuovo colpo di scena nel processo per impeachment a Donald Trump. Il leader dei democratici in Senato ha richiesto una audizione all’ex consigliere per la Sicurezza John Bolton. Convocato anche il capo dello staff della Casa Bianca Mick Mulvaney. 

Chuck Schumer, il leader del Partito Democratico degli Usa, ha deciso di convocare in audizione – nell’ambito del processo per l’impeachment di Donald Trump –  due figure rilevanti dell’entourage di Donald Trump. Si tratta di John Bolton, ex consigliere per la Sicurezza, e di Mick Mulvaney, attuale capo dello staff. Si tratta di due convocazioni “pesanti”, visto il ruolo – presente e passato – coperto dai due politici statunitensi all’interno dell’amministrazione Trump.

Leggi anche ->Casa Bianca, Donald Trump non parteciperà ad audizione su impeachment

John Bolton, già ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite tra il 2005 ed il 2006, è stato nominato consigliere per la Sicurezza il 22 marzo del 2018 da Donald Trump. Lo stesso presidente ne ha chiesto le dimissioni il 10 settembre 2019. Mulvaney, invece, ricopre attualmente un ruolo apicale all’interno dello staff di Trump: è infatti Capo di Gabinetto ad interim nonchè direttore dell’ufficio per la Gestione ed il Bilancio.

Leggi qui ->“Non c’è alcuna prova di illeciti da parte del presidente Trump”

Due figure centrali nella storia della presidenza di Trump. Clamorosa la loro convocazione, anche perchè circa dieci giorni fa la presidente della camera Nancy Pelosi aveva chiesto alla commissione Affari Giudiziari la chiusura delle audizioni e la preparazione degli articoli per procedere con la messa in stato d’accusa del presidente degli Stati Uniti. Evidentemente le procedure messe in atto fino ad oggi non sono sufficienti. Chuck Schumer, il senatore che ha convocato Bolton e Mulvaney, ha dichiarato come il processo debba essere corretto, debba considerare tutti i fatti rilevanti ed esercitare il potere per l’impeachment del Senato nell’ambito della Costituzione con dignità e integrità”. Forse la necessità è quella di avere più materiale a disposizione per andare avanti in una questione così delicata. A spingere i Democratici a cercare evidenze più stringenti probabilmente è stata anche la vicenda del deputato del New Jersey Jeff Van Drew , un moderato democratico contrario all’impeachment di Donald Trump: qualche giorno fa ha annunciato la sua volontà di passare ai repubblicani. Secondo lui, la decisione di votare un impeachment avrebbe dovuto essere “bipartisan”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui