Boccia esulta per la sua riforma autonomie: “arrivati contributi da M5s e Leu”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:22

Il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia aveva negoziato un testo con le regioni, oltre tre mesi di lavoro, che hanno prodotto un modello condiviso di quella che dovrebbe diventare la futura autonomia regionale italiana.

boccia esulta per la riforma
Il ministro Boccia

“La riunione è andata bene, si è parlato solo di Autonomia. Aspettiamo gli ultimi contributi dalle forze di maggioranza e siamo pronti ad andare in Parlamento. Avevamo promesso che il ddl sull’Autonomia sarebbe stato un collegato alla Manovra e così sarà”. Lo ha detto il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, al termine del vertice di maggioranza nel quale, ha spiegato, “sono arrivati contributi da M5s e Leu”.

LEGGI ANCHE>>> Via libera del Senato alla Manovra. Scontro sulla cannabis e bagarre

Certo, ci sono anche le esigenze dei partiti: “Renzi ha chiesto un cambio di passo? L’Autonomia è l’occasione per farlo, il Pd è pronto, aspetto i contributi di Italia Viva, – aveva sottolineato il ministro – Di certo sarà necessario “coniugare i tempi della politica romana a quelli dell’efficienza” con una certezza: il ddl sull’Autonomia sarà un collegato alla manovra. I tempi, insomma, devono essere rapidi anche perché il dossier è già nel programma di governo. “Non faremo riforme a colpi di maggioranza”-aveva detto Boccia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui