Il Clasico finisce zero a zero. Scontri tra indipendentisti e polizia.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:05

Partita molto tesa. Le due squadre restano appaiate in testa alla classifica. Fuori dallo stadio degenera la manifestazione indetta da Tsunami Democratic. Scontri tra gli indipendentisti e la polizia: oltre 50 feriti e nove arresti. Secondo “Marca” due agenti sarebbero in gravi condizioni.

Il “Clasico” termina zero a zero, dopo una partita tesa e nervosa. Ma ancor più tesa è la situazione all’esterno dello stadio: duri scontri con la polizia, più di 50 feriti e nove arresti. Questo il bilancio del primo incontro stagionale tra il Barcellona ed il Real Madrid. Per quel che riguarda la gara, forse ha prevalso la voglia di non farsi male. Le due squadre, vincendo, avrebbero potuto staccarsi vicendevolmente in classifica: alla fine restano appaiate in testa alla classifica con 36 punti.

Leggi anche ->Maxi operazione della Gdf a Catania: arrestati i vertici di Banca Base

Nel Barcellona brilla Messi, mentre il resto della squadra appare sotto tono. Meglio il Real Madrid, in buona serata: ottima la gara di Casemiro. Gara comunque dai ritmi molto elevati: da segnalare due salvataggi sulla linea, uno per squadra, ed il gol annullato a Bale per fuorigioco. Testa a testa tra le due big della Liga spagnola che va dunque avanti, con il Siviglia che insegue staccato.

Durante la partita, fuori dallo stadio, altissima tensione con scontri e barricate date alle fiamme. La partita era considerata a rischio: già rinviata, è arrivata in un momento molto complicato dal punto di vista politico. La manifestazione organizzata dal movimento Tsunami Democratic – prevista ed autorizzata durante la partita – è degenerata nonostante la grande attenzione degli apparati di sicurezza: le due squadre hanno addirittura alloggiato nello stesso albergo e si sono dirette allo stadio insieme, per alleggerire il clima. La situazione è rimasta tranquilla per ore: la manifestazione degli indipendentisti catalani, iniziata alle 16, si è svolta a lungo pacificamente. Il caos è esploso a partita iniziata, forse per una carica della polizia: un gruppo di manifestanti ha dato fuoco ad una fila di cassonetti, i “Mossos d’Esquadra” – la polizia autonoma catalana –  ha iniziato ad intervenire più duramente.

Leggi anche ->Usa, si all’impeachement. Trump è in stato di accusa

Gli scontri si sono protratti per tutta la durata della partita: per ragioni di sicurezza, la polizia ha chiuso le uscite sud dello stadio, che affacciano sulla zona più interessata dagli scontri. Al momento il bilancio è di 53 feriti. Sono nove le persone arrestate. Secondo il quotidiano “Marca”, due agenti dei “Mossos d’Esquadra” sarebbero in gravi condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui