Salvini sul caso Gregoretti: “Scelte condivise con Di Maio e Conte”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:14

Caso Gregoretti, Salvini accusa Di Maio e Conte: “Ci sono rimasto male umanamente, le scelte le abbiamo fatte insieme. Mi processino, chi se ne frega”.

salvini gregoretti

Continua a tenere banco il caso Gregoretti. A parlarne è il segretario federale della Lega, Matteo Salvini, che intervenendo a “L’aria che tira” su La7, ha spiegato: “Io ho sospeso uno sbarco per quattro giorni, in attese che i Paesi europei facessero il loro dovere. Per tutelare sicurezza e onore, sono state fatte scelte prese insieme“.

Leggi anche —> Salvini su caso Gregoretti: “Passerò il 2020 a piede libero”

Caso Gregoretti, Salvini: “Scelte condivise con Di Maio e Conte”

Salvini poi aggiunge: “Ci fu una sospensione di 4 giorni, fino a che 5 Paesi Ue e i vescovi presero l’impegno“, si riferisce all’accoglienza dei migranti. “Fu – continua l’ex Ministro degli Interni – una cosa condivisa con Di Maio e Conte. Ci sono i fatti, le mail, fu un decisione collegiale. Quello che ho fatto, l’ho fatto da ministro e lo rifarò se gli italiani lo vorranno ancora“, alludendo alle prossime elezioni.

Leggi anche —> Caso Gregoretti, per i 5Stelle Salvini deve andare a processo

Salvini convinto: “Mi processino pure, chi se ne frega”

Poi non manca un passaggio sui comportamenti di Conte e Di Maio: “Ci sono rimasto male umanamente, mi è sembrato squallido: l’anno scorso dicevano ‘arrestateci tutti’, ‘abbiamo scelto insieme’. Anche la Diciotti era una nave militare, come la Gregoretti. Il processo? Non vedo l’ora di andarci: pop corn e bibite tassate dal governo – continua Salvini -. Il sequestro di persona è una cosa grave: era quella cosa che rapivano i bambini e gli tagliavano l’orecchio. A Di Maio dico che deve dire se, quanto fatto, l’abbiamo fatto come scelta del governo. Mi processeranno, amen, chi se ne frega“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui