Dati Guardia di Finanza: diciotto miliardi sottratti alle mafie in cinque anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:48

I dati diffusi dalla Guardia di Finanza rendono merito all’operato delle forze dell’ordine, diciotto miliardi di euro sottratti alle mafie in cinque anni, da indagini che partono dal 2015

Il lavoro costante, intenso e sempre di più verso un’unica direzione: cercare di debellare il cancro Mafia che affligge l’Italia da decenni e produce morti e tanta paura nei cuori e negli occhi di chi lotta quotidiniamente per cambiare le cose.

Emerge un dato incoraggiante però svelato dalla Guardia di Finanza, in cinque anni sarebbero stati sottratti alle mafie diciotto miliardi di euro tra beni mobili e immobile. Cifra cospicua che emerge da una serie di accurate indagini dal 2015 a oggi. Nelle casse dello stato sarebbero rientrati sette miliardi, dai sequestri potrebbero potenzialmente giungerne altri undici.

Leggi anche Torino | Blitz della finanza, lavoratori trattati come schiavi

Inevitabilemente nel mirino soggetti pericolosi, autori di reati gravi e etichettati come ”soggetti pericolosi” e potenzialmente nocivi alla società. Buoni i risultati anche su indagini antiriciclaggio volte ad inviduare ”investimenti preziosi” su gioielli, diamanti e lingotti d’oro.

Il risultato di un lavoro straordinario, con oltre dieci mila accertamenti svolti, un milione di attività ispettive al giorno e una media di cinque ore di accertamenti svolti durante la stessa giornata, i soggetti attenzionati sarebbero stati circa cinquantacinque mila.

L’INDAGINE RINASCITA-SCOTT

Una lotta alla criminialità riportata alle cronache dall’operazione Rinascita-Scott condotta dalla procura di Catanzaro e che ha portato alll’arresto di trecentotrentaquattro persone nel vibonese con il coinvolgimento anche di nomi illustri tra politica e società, esponenti in grado di fare la differenza. Un’inchiesta destinata a far scalpore dopo una serie di provvedimenti utili a sgominare cosche calabresi, la lotta tra il bene e il male che da anni immemori afflige l’Italia. I dati forniti della Guardia di Finanza certificano una situazione di lotta continua che accompagna una crisi senza precedenti amplificata dal narcotraffico e da controlli accurati che producono fondi utili per le casse dello stato. Da altri numeri ricevuti circa l’1% del Pil deriva da indagini a soggetti pericolosi per un mare che pian piano può attenuarsi sempre di più…

Leggi anche: Incidente Corso Francia | Gaia identificata dal padre disabile, anche lui vittima di un incidente

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui