Francesca Sodero, “Dovresti Farlo più spesso” e gli altri insulti sessisti in Parlamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:07

Francesca Sodero, esponente del Movimento 5 stelle, in un lungo post sui social fa sapere di essere stanca di essere insultata in Parlamento: “Pretendo le scuse del collega” dopo aver dovuto “sopportare fin dal principio del mandato aggressioni ed esternazioni maschiliste da manuale”.

Francesca Sodero e gli inulti sessisti in Parlamento – meteoweek

Lo ha scritto sui social: Francesca Sodero è esausta, stanca di essere insultata, arrabbiata per esserlo solo perché è una donna. in Aula durante una riunione di Consiglio, è stata apostrofata da un collega con queste parole: “Dovresti tromb… più spesso”. La pentastellata scrive su Facebook: “A tutto c’è un limite e non intendo tollerare oltre queste confidenze“.

Leggi anche –> Boschi: “Maschilismo sempre vivo. Salvini in boxer, ma attaccano me per il bikini”

La foto che accompagnava lo sfogo di Francesca Sodero su Facebook – meteoweek

Sono “numerosi gli esponenti di uno strisciante maschilismo di cui ahinoi sono infestate anche politica e istituzioni“, spiega via social di aver dovuto “sopportare anche in Consiglio comunale, sin dal  principio del mio mandato, aggressioni sessiste ed esternazioni maschiliste da manuale“. Poi continua dicendo di aver “risposto con leggerezza e a tono, perché sotto sotto percepisco la frustrazione degli uomini che si dedicano a tali tristi pratiche e ne ho solitamente compassione“. Ma “Ora voglio le scuse”, “a tutto c’è un limite”.

Leggi anche –> M5S, Paragone fa i nomi di chi non rendiconta. “Dov’era Di Maio”?

Francesca Sodero, insultata in Parlamento, denuncia il fenomeno su Facebook – meteoweek

Poi ammette che chiederà alla presidente della commissione per le Pari opportunità Alessandra Ferrari di suggerire, nel prossimo Consiglio comunale, le scuse “da parte del consigliere comunale che mi ha invitato a ‘tromb… più spesso'”. L’esortazione alla consigliera è arrivata nella seduta del 19 dicembre, “alla presenza del Presidente del Consiglio comunale e di altri consiglieri e cittadini”. La situazione appare intollerabile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui