Rabbino aggredito a New York, il governatore Cuomo: “Terrorismo domestico”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:21

L’aggressione è avvenuta a 50 chilometri dal centro di New York. L’uomo stava festeggiando Hanukkah nella propria abitazione. Il governatore Cuomo parla di atto di terrorismo.

casa rabbino new york

La festa di Hanukkah è finita male per un rabbino che stava festeggiando a casa sua nello stato di New York. La scorsa notte dagli Stati Uniti è avvenuto un atto che è stato subito ricondotto, nel suo piccolo, al terrorismo. A Monsey, un sobborgo nella contea di Rockland a circa 50 chilometri a nord della Grande Mela, un rabbino è stato vittima di una pessima aggressione.

L’autore di questo vile atto è un uomo do 47 anni, il cui nome è Thomas Gafton. L’episodio ha visto quest’ultimo irrompere nella casa del rabbino di Monsey durante la celebrazione della festa ebraica, che si chiuderà il prossimo 30 dicembre. L’aggressore si è introdotto nell’abitazione con un machete in mano e una sciarpa che gli copriva in qualche modo il volto. Una volta effettuata l’irruzione, Gafton ha colpito cinque persone ferendole tutte. Due delle persone aggredite risultano gravi. In totale erano circa cento le persone presenti nell’abitazione del rabbino per festeggiare Hanukkah.

Leggi anche -> In Cina: non ha la carne per preparare gli hot dog, e allora uccide 8 cani

Leggi anche -> Mano nella mano con il suo compagno, ragazzo assalito da baby gang

Non si sono fatte attendere le reazioni da parte dei principali esponenti politici, negli Stati Uniti e non solo. A partire dal governatore dello stato di New York Andrew Cuomo, il quale si è recato subito sul luogo dell’aggressione. “Questo è un atto di terrorismo interno. Qualcuno sta provando a imporre la paura. Questa gente è motivata solo dall’odio antisemita. Voglio essere chiaro: l’antisemitismo e l’intolleranza sono ripugnanti e abbiamo assolutamente tolleranza zero per tali atti di odio“.

Il presidente della comunità ebraica di Roma, Ruth Dureghello, scrive su Twitter che è necessaria “una riflessione pacata e condivisa da tutte le forze politiche in Parlamento per trovare una soluzione all’odio antiebraico“. Questo è invece il commento di Luigi Di Maio: “Condanno in modo inequivocabile la violenza antisemita e esprimo solidarietà alla comunità ebraica americana. L’Italia sarà sempre impegnata contro l’antisemitismo in tutte le sue manifestazioni“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui