Home Politica Salvini attacca Conte e il Governo: altre le priorità, non si pensi...

Salvini attacca Conte e il Governo: altre le priorità, non si pensi a me

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:06
CONDIVIDI

Continua la querelle tra la magistratura e il leader del carroccio Matteo Salvini. L’ex Ministro degli Interni è tornato sul processo che lo vede accusato di sequestro di persona, in merito alla vicenda della nave Gregoretti.

scontro Salvini Conte
Di Maio Salvini e Conte ai tempi in cui erano amici

Salvini con toni un po’ Berlusconiani torna ad attaccare la magistratura e il centrosinistra, definendosi vittima di un attacco che affonda le sue radici in motivazioni meramente politiche. Secondo le indiscrezioni riportata dal Corriere della Sera, il leader della Lega avrebbe attaccato i suoi competitor e spiegato così il procedimento in corso “La sinistra siccome non riesce a battermi politicamente, vuole eliminarmi per via giudiziaria”.

Il voto in Emilia-Romagna

Matteo Salvini con la candidata presidente Lucia Borgonzoni – www.meteoweek.com

Poi torna alla competizione elettorale “Il 27 gennaio io sarò qui a festeggiare con voi. In cambio, a febbraio voi sarete in tribunale con me”. Salvini poi no lesina attacchi al suo ex alleato di Governo Luigi Di Maio, “qui i 5 Stelle prenderanno il 5%” per poi chiedersi: “Ma di che cosa stiamo parlando? Possono andare avanti all’infinito con il 5%?”.

Leggi anche -> Travaglio: “Salvini parla solo di immigrazione, caso Gregoretti può essere uno spot”

Un j’accuse che non risparmia la frangia del centrosinistra con riferimento alle priorità dell’agenda di Governo, “Non c’ è un governo”, attacca quando gli fanno notare che una decina di esercizi commerciali hanno chiuso. “Ma vi rendete conto? Incalza Salvini – Hanno fermato tutto. Hanno spostato di venti giorni la riunione di maggioranza perché hanno paura di perdere. E così, nulla più si muove”

La politica estera il ruolo dell’Italia

Matteo Salvini – meteoweek.com

Salvini dal suo tour emiliano sottolinea le preoccupazioni in merito alla politica estera del Paese. “C’è la guerra in Iran c’è la crisi in Libia, qui davanti a casa. Io ho dei contatti riservati con fonti libiche, le ho coltivate per un anno da ministro. E dopo averle sentite, sono molto preoccupato…”, dice senza aggiungere particolari. Poi il giudizio sull’operato di Di Maio, ”Sarebbe come sparare sulla Croce rossa”, spostando l’attenzione su quello che secondo lui è il vero problema del Governo al momento “il problema è Conte”.

Leggi anche -> Salvini: “Il Governo Conte? Somiglia al mio Milan, fanno pena entrambi”

Sempre dalle colonne del Corriere della Sera arrivano le paroe che avrebbe pronunciato durante la sua passeggiata per le strade emiliano romagnole. “Ci penso io… diceva. Il Paese è fermo, ci sono serissime preoccupazioni per il futuro e si parla di Rula a Sanremo… Viva Rula!”.