Home Politica M5S, Di Battista difende ancora Paragone | “Per il Movimento tempi difficili”

M5S, Di Battista difende ancora Paragone | “Per il Movimento tempi difficili”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:45
CONDIVIDI

Il pentastellato: “Cosa pensa Di Battista di Paragone? Una persona che stimo e una risorsa per il Movimento 5 Stelle. Fa bene a fare ricorso”

m5s di battista paragone

Il pensiero di Di Battista? Continuo a difendere Paragone perchè per me è una risorsa del Movimento. E’ una persona che stimo ed è un mio amico, ma non ho mica messo bocca sull’espulsione”. Alessandro Di Battista torna a parlare dell’ultima vicenda mediatica che ha coinvolto i 5 Stelle a suon di polemiche: l’espulsione di Paragone, passato al gruppo Misto in senato. “Vero che ci sono delle regole – sottolinea il “Dibba” intervenuto nella trasmissione Povera Patria – ma è anche vero che Gianluigi ha tutto il diritto di fare ricorso. Tutto qua, non c’è da aggiungere altro”.

Le espressioni cambiano quando si parla dello stato di salute di un Movimento apparso in netta flessione, ad iniziare dai sondaggi passando per la perdita dei pezzi in Parlamento. “E’ un momento di difficoltà, ma tante cose sono state fatte – rivendica Di Battista – Il Paese complessivamente ha delle leggi che l’hanno reso più civile rispetto a tre anni fa. Penso alla ‘spazzacorrotti’, alla prescrizione. Immaginiamo questa legge vent’anni fa: Berlusconi ce lo saremmo tolti dalle scatole prima. E’ un passo civile, così come il reddito di cittadinanza: gli Stati devono garantire uno strumento a vantaggio del cittadino maggiormente in difficoltà, per permettere almeno una vita dignitosa”.

Leggi anche –> Di Maio: “Scarso impegno a livello internazionale? Non siete informati”

Leggi anche –> Iran, la tragedia del Boeing abbattuto: “Quando ho saputo, volevo morire”

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio

“Di Maio bene agli Esteri. E sulle concessioni…”

Di Battista tocca infine due questioni altrettanto spinose: la leadership di Di Maio e la revoca delle concessioni ad Autostrade, un cavallo di battaglia del programma pentastellato. “Di Maio – spiega, allontanando le polemiche – sta parlando come dovrebbe parlare un ministro degli Esteri. Qualcuno dice che è ‘inesperto’. In realtà sta parlando bene. Erano anni che aspettavo un ministro degli Esteri che parlasse di pace”.

E su Autostrade: “Se questo governo porta a casa la revoca fa la cosa più grande in assoluto. Sarebbe un grandissimo risultato. E si potrebbero finalmente anche abbassare i pedaggi”.