Home Politica Graziano Del Rio: “se perdiamo, non cadrà il governo ma non potremmo...

Graziano Del Rio: “se perdiamo, non cadrà il governo ma non potremmo di certo far finta di nulla”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:42
CONDIVIDI

Sulle elezioni romagnole ecco che dai vertici del Pd torna a parlare Graziano Del Rio. Secondo l’ex ministro dem impegnato già nel governo Renzi, Bonaccini vola verso il successo. Ma in caso di Emilia nera, gli esponenti della maggioranza sarebbero costretti a porsi diversi interrogativi

Il capogruppo dem alla Camera Graziano Delrio

Il patos di questi giorni è lo stesso che si ricorda per le elezioni del 4 marzo: tutti i protagonisti, tra conferme e smentite, sanno che non sarà una questione meramente emiliana

L’intervento di Del Rio: Bonaccini e la consapevolezza del futuro

Il capogruppo del Pd alla Camera parla sulle colonne del Corriere della Sera in maniera serena: “Secondo me Bonaccini vincerà. Tutti gli indicatori ci dicono che domenica festeggeremo. Ma se dovessimo perdere, ci sarebbero ovviamente tantissime ripercussioni su tutti i fronti. Non cadrà il governo ma non potremmo di certo far finta di nulla”.

Leggi anche -> Caso Gregoretti, Marcucci (Pd): “Il voto della Casellati è una scelta di campo gravissima”

Borgonzoni – Bonaccini

Una vittoria del centro-destra a trazione Salvini, il pericoloso “fascista-razzista-xenofobo” Salvini, avrebbe un effetto dirompente per il mondo progressista e per il governo Conte. In pratica sarebbe la fine di un’epoca.

Del Rio e le sardine, la sinistra che torna in piazza

Graziano Del Rio non si è risparmiato sull’interevnto delle Sardine nella competizione elettorale. Per quanto riguarda le Sardine, che ieri hanno riempito piazza VIII Agosto a Bologna, spiega Delrio, “si stanno dimostrando un grande valore aggiunto per tutti noi. C’è gente nuova che si sta avvicinando alla politica e lo sta facendo grazie a questi ragazzi. Queste piazze stanno facendo riscoprire la voglia di partecipare a tanti che l’avevano persa”.

Leggi anche -> Sardine, in 40mila per l’ultima piazza emiliana

Una vera risposta alle politiche di sinistra di stampo dalemiano che risultano vetuste, e poco attrattive per tutti coloro i quali hanno la necessità di vivere una stagioen che sia realemente riformista.

L’effetto-sardina, sostiene il dem, inciderà sul voto per le regionali emiliano-romagnole di domenica prossima: “Penso che potrebbe rivelarsi decisivo per la vittoria di Stefano Bonaccini – sottolinea – sono certo che l’effetto di questa straordinaria partecipazione, che va avanti ormai da due mesi, si vedrà forte e chiaro nella vittoria del centrosinistra in Emilia-Romagna, domenica prossima”.