Elezioni Regionali, Lega primo partito | Crisi Pd-M5s e cala la fiducia al Governo

Gli ultimi dati dei sondaggi politici che illustrano la corsa verso le Elezioni Regionali 2020 in Emilia Romagna e Calabria, confermano la Lega come primo partito nazionale. D’altro canto, è palpabile la crisi per il Pd e il M5s, e cala anche la fiducia nel Governo.

intervista a salvini - lega

I dati a cui fanno riferimento gli ultimi sondaggi politici divulgati di recente, sono stati raccolti e analizzati da Termometro Politico per Coffee Break (programma matttutino firmato La7). La sempre più frenetica corsa alle Elezioni Regionali ha visto aumentare le crepe che costellano la crisi del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle, che al momento non stanno vivendo un periodo particolarmente roseo.

Nemmeno la Lega, teoricamente, ma come si suol dire, “tra i due litiganti il terzo gode”. Ed è per questo, forse, che il partito del Carroccio capitanato da Matteo Salvini non si schioda dal primo posto, e anzi, si conferma come primo partito nazionale. Dati i risultati dei sondaggi non è dunque da escludere che con le elezioni ormai imminenti la Lega possa vincere sia in Emilia Romagna che in Calabria, per aggiungerle così alla lista di quelle otto Regioni “rubate” al Centrosinistra tra il 2018 e il 2019.

Leggi qui: Elezioni Emilia Romagna, Lucia Borgonzoni: “Sento profumo di vittoria”
Guarda anche: Delrio: “Vinciamo noi in Emilia-Romagna. Ma se si perde ci saranno problemi

Le opinioni degli elettori italiani sulla crisi del centro sinistra

Un’altra parte dei sondaggi ha previsto di chiedere agli elettori intervistati cosa pensassero in merito alla proposta fatta da Zingaretti sulla possibilità di rifondare il Pd, per dare vita poi ad un nuovo partito insieme alle Sardine e al movimento ambientalisti. Ebbene, solo il 14,5% si è dichiarato “d’accordo – in questo modo si possono coinvolgere i movimenti e gli elettori che si sono allontanati”- mentre il 21,3% ha sostenuto che non si deve cercare un “tentativo solo cosmetico, serve un rinnovamento profondo”.

Ben il 57% degli intervistati, tuttavia, ha dichiarato di non essere il linea con le strategie del partito, tanto che “ormai il Pd ha esaurito la sua spinta propulsiva tra gli elettori del centrosinistra”.

Nicola Zingaretti – meteoweek.com

Calo di fiducia sul Governo giallo-rosso

A calare, però, è anche la fiducia nel Governo Conte, almeno da quanto è emerso sempre in ultimi sondaggi rilevati lo scorso 17 gennaio. Secondo i dati, infatti, emerge che la crisi dell’esecutivo giallorosso si è inasprita tanto da portare il 69,5% di elettori intervistati a ritenersi “senza più fiducia” nel clima governato da Pd-M5s-Iv-LeU.

Una fiducia, quindi, che appartiene solo al 25,8% di chi ha preso parte alle indagini statistiche, numeri che non promettono rose e fiori soprattutto ora che ci sta avvicinando sempre di più al voto delle Regionali, che avranno luogo il 26 gennaio 2020.